Come creare un blog gratuito

Come creare un blog gratuito: strumenti, programmi e idee

Blogging

Con questo post ti spiego come creare un blog gratuito utilizzando solo il tuo tempo e non le tue risorse economiche. Un blog è un ottimo metodo per presentare le tue idee o per condividere i tuoi pensieri. Puoi iniziare e, solo dopo aver visto che il tuo sito funziona, che hai trovato l’argomento giusto che attira i lettori iniziare a investire, cambiare la piattaforma per una più professionale oppure investire nella comunicazione visiva, incluso un logo più professionale.

Ciò che conta sono i contenuti e la capacita di promuoverli nei posti giusti! In rete ci sono tantissimi tutorial e informazioni che ti possono aiutare a crescere e allora perché non usarli al meglio?

Ecco gli strumenti che consiglio per partire e creare un blog completamente gratuito con i contenuti visivi creativi e, fin da subito, raccogliere anche gli indirizzi e-mail di persone interessate al tuo argomento!

Ecco i miei consigli su come creare un blog gratuito

Piattaforma

Completamente gratuita Blogger (di proprietà di Google) oppure WordPress.com. In entrambi i casi resterà il nome della piattaforma nell’indirizzo del blog: mioblog.wordpress.com, mioblog.blogspot.com

Tra le due io consiglio Blogger e in questo post spiego perché: Come passare da Blogger a WordPress.com.

Tema

Scegline uno gratuito e personalizzalo bene per mettere in risalto i punti forti del tuo blog. Ti segnalo alcuni siti con dei temi gratuiti da scaricare per la piattaforma Blogger: Clolorlib, Gooyaabi, BTemplates.

Newsletter

Puoi utilizzare la funzione di FeedBurner oppure creare le liste con Mailer Lite (una validissima alternativa a chi conosce e usa Mail Chimp) che è molto semplice, intuitivo e gratuito fino a 1000 iscritti. 

Foto

Le immagini sono la parte davvero importante di un blog e qualsiasi sia l’argomento non possono mai mancare.

Se non hai le tue immagini utilizza le banche foto gratuite e senza necessità di citare l’autore: Magdeleine, Fodiesfeed, Picjumbo, Gratisography, Unsplash, Pixabay.

Grafiche

Le utilizzerai non solo per il blog, ma anche per i canali social. I miei preferiti e completamente gratuiti sono: Canva, Snappa, Crello oppure Pablo per creare le citazioni.

Sul mio blog trovi il tutorial per Canva, Snappa e Pablo. Crello ha delle impostazioni molto simili a Canva quindi una volta che riesci a gestirne uno l’altro non sarà complicato. 

Infografiche

I migliori programmi gratuiti per creare le infografiche sono a mio avviso Infogr.am, Piktochart oppure Canva. Il perché mai dovresti buttarti nella creazione delle infografiche puoi leggerlo qui: Come creare e utilizzare le infografiche per il tuo blog.

Formazione

La formazione è necessaria per restare aggiornati e accrescere le proprie competenze. Puoi seguire esperti di settore oppure provare le piattaforme di formazione tipo Coursea oppure Iversity! I siti forniscono formazione di livello universitario (non solo in inglese) spesso anche gratuitamente se non decidi di ricevere il certificato per aver seguito il corso.

Un po’ di tempo fa ho seguito un corso on-line sulla piattaforma Iversity “eTourism: Communication Perspectives” e devo dire che era organizzato bene con dei contenuti interessanti. L’ho fatto per curiosità, come tantissime esperienze della mia vita 😉.

Canali social

Per vedere i risultati della tua presenza sui canali social devi essere effettivamente presente, pubblicare, commentare gli altri e semplicemente partecipare. Nessun canale funzionerà se metti solo il tuo link e scappi.

Il metodo ideale per massimizzare i canali è sceglierne due e sfruttarli al meglio! I canali social li scegli a seconda del tuo pubblico offrendo a chi ti segue i contenuti interessanti (insegni, condividi, diverti).

In questo post ho analizzato un mese di presenza di Combinando su Facebook – Cosa pubblicare su Facebook, caso studio su di me –  (non vado male a dire la verità) e invece qui ho descritto come le tecniche di Growth hacker marketing (pirati in rete) aiutano a crescere on-line senza investimenti: Growth hacking marketing secondo Ryan Holiday

Logo

Ad un certo punto è necessario, vero? Io non ce l’ho ancora perché visualizzare graficamente la parola e il concetto “Combinando” non è così semplice e non ne voglio uno casuale. Se hai le idee più chiare puoi creare il tuo logo da sola con un programma di grafica gratuito oppure utilizzare il sito Logomaker. In ogni caso prima di procedere alla creazione del tuo logo ti consiglio di leggere il libro di Laura Ries Visual Hammer.

Un altro metodo è cercare una persona con la quale potrai scambiare le competenze. Lei ti crea il logo e tu… ecco quali sono i tuoi punti forti da poter donare agli altri?

Spero di averti fornito le idee su come creare un blog gratuito!

Vedi che spendere poco o niente on-line non significa avere un blog brutto, ma sapersi muovere in rete.

Se vuoi ti puoi iscrivere senza impegno alla lista di attesa del mio libro “Appunti di blogging e di web marketing”. Il ricavato sarà devoluto all’associazione La casa di sabbia fondata sulla storia di mio figlio Hervé. 


 

Quali strumenti gratuiti conosci per il blogging e vorresti consigliarli alle mie lettrici?

Alla prossima
Agnieszka

P.S. Ti potrebbe interessare anche questo post: Quanto costa il blogging, perché da zero si può andare anche all’infinito ed è interessante a sapere come distribuire le risorse.

  • Anche se ormai il blog l’ho realizzato da un pò, ogni tuo articolo è sempre utile per rileggere vecchi post e scoprire sempre nuovi consigli. Grazie mille

  • Marie Indaco

    Post pieno di spunti interessanti! Quello della formazione mi interessa molto perché vorrei poter arricchire il mio cv professionale (nel settore amministrativo) arricchendolo con conoscenze di digital marketing ecc. O altre competenze legate al blogging ed al mondo delle imprese!