Come passare da Blogger a Wordpress

Come passare da Blogger a WordPress.org e quando farlo?

Blogging, Esperienze

Con il post di oggi scoprirai perché all’inizio dell’avventura nella blogosfera vale la pena considerare di lanciare il blog sulla piattaforma Blogger e come passare da Blogger a WordPress quando ti senti più affermata e sicura.

Blogger è stato creato nel 1999 da Pyra Labs e successivamente, nel 2003, acquistato da Google che ha investito tantissimo nella piattaforma. Ne è valsa la pena! Blogger è tra le piattaforme gratuite più utilizzate. Riconosci la piattaforma Blogger perché i blog hanno il dominio blogspot.com (esempio: ilmioblog.blogspot.com). Con 13 euro all’anno è possibile agganciare il proprio dominio e far sparire la dicitura blogspot dall’indirizzo del blog.

In questo post parlerò con Aneta Ozonek, l’autrice del Blog Hello Calabria, oggi su WordPress.org, ma fino a poco tempo fa era su Blogger e conosce bene le differenze tra le piattaforme e i vantaggi di iniziare con Blogger.

Ciao Aneta, oggi ti farò un po’ di domande che riguardano la piattaforma Blogger e perché all’inizio dell’avventura nella blogosfera scegliere proprio questa.

Grazie! Spero di rispondere a tutti i dubbi che riguardano la piattaforma Blogger e spiegare come e quando passare da Blogger a WordPress.org.

  1. Da quanto tempo blogghi in rete e con quale piattaforma hai iniziato?

Il Blog Hello Calabria l’ho aperto sulla piattaforma “Blogger” di Google alla fine del 2014. Ma a dire il vero la mia prima breve esperienza con il mondo del blog è cominciata già nel 2008 su una piattaforma polacca.

  1. Perché hai scelto proprio Blogger?

Bella domanda! Premetto che ho avuto modo di sperimentare diverse piattaforme. Ho usato la piattaforma polacca Blog, Libero Blog, Blogger, ho lavorato sia su WordPress.com che su WordPress.org. Perciò dovendo scegliere la piattaforma per il mio attuale blog “Hello Calabria”, almeno da questo punto di vista non ho avuto problemi, sapevo già quale andava bene.

Ho scelto la piattaforma Blogger perché:
  • non volevo investire denaro per un progetto di cui non ero ancora sicura;
  • è semplice da utilizzare;
  • riesci a creare un blog in 5 minuti;
  • offriva più spazio rispetto altre piattaforme gratuite (15 GB);
  • fra le piattaforme gratuite è quella che viene più utilizzata dagli utenti;
  • allora, non escludevo la possibilità di attivare AdSense per guadagnare con le pubblicità.
  1. A chi sconsigli fin da subito il proprio dominio e il proprio hosting con la piattaforma WordPress.org

A tutti quelli che non sanno ancora bene cosa vogliono, che non sono sicuri della tematica del blog e degli obiettivi da raggiungere. Molti aprono un blog ma dopo un paio di mesi lo abbandonano perché si rendono conto che per mancanza di idee la tematica scelta non fa più per loro.

Non date ascolto alle persone che sostengono che un blogger senza il proprio dominio è meno professionale di uno che ce l’ha.

All’inizio della nostra esperienza di blogging non possiamo confrontarci con i professionisti che già guadagnano attraverso il blog.  Molti blogger, alcuni anche famosi,  hanno iniziato su piattaforma gratuita e sono andati avanti così per anni.  Questa è la mia opinione, comunque chi vuole può comprarsi solo il dominio e rimanere su Blogger.

La piattaforma si può cambiare in qualsiasi momento,  ciò che conta veramente è la tematica giusta, la passione e la voglia continua di trattare un tema, a cosa serve un blog professionale già da subito se non hai tanti lettori.

  1. Dopo quanto tempo sei passata a WordPress.org e perché hai deciso di fare questo passo?

Sono passata a wordpress.org dopo 2 anni e mezzo circa, so che altri impiegano più tempo, a me serviva un blog bilingue e con la nuova piattaforma, utilizzando i plugin adatti riesco a gestirlo meglio, inoltre ho intenzione di continuare con il mio progetto.

  1. Il passaggio è stato veloce, una persona senza le competenze da programmatore riesce a farlo?

Nel mondo del blogging nulla è veloce.  I blogger che hanno provato a sistemare tutto da soli sanno che è un lavoraccio, che richiede capacità tecniche, tempo e molta pazienza.

Ti svelo un segreto: la sola parola migrazione mi spaventava un sacco, sono passati un paio di mesi prima che cominciassi. Invece, come poi ho scoperto, il passaggio da Blogger a WordPress  si è rivelato più semplice del previsto.

Ho perso un po’ di tempo solo per installare WordPress, scegliere il giusto template, i vari plugin e sistemare le categorie perché volevo apportare alcuni cambiamenti tematici nel blog e aggiungere un nuovo ciclo tematico. La decisione di aggiungere la seconda lingua ha comportato la duplicazione del mio sito in italiano. Nei momenti di crisi mandavo al diavolo le mie ambizioni e mi pentivo di non aver pagato qualcuno che facesse il lavoro al posto mio. In questi momenti mi ha aiutato molto mio marito.

Comunque,  questi passaggi li devono fare tutti quelli che decidono di aprire un blog direttamente su WordPress.org. L’apertura del blog su WordPress.org  comporta più lavoro rispetto  a Blogger.

Studiando passo dopo passo ho fatto  tutto da sola,  penso che chiunque abbia un minimo di capacita tecniche, voglia di scoprire nuove cose e pazienza  può farlo da solo.

Durante il periodo in cui ero ancora su Blogger cercavo sempre di scoprire nuove cose del mondo del blogging, perciò, per il passaggio da Blogger a WordPress, in teoria sapevo già come muovermi.

Inoltre, avendo già creato una rete con altre blogger ho potuto confrontarmi con loro e chiedere consigli del tipo: quale hosting scegliere, dove comprare il template, quali plugin installare per seo e per il sito bilingue. Un sostegno, un consiglio e uno sfogo con un’altra blogger aiuta veramente nei momenti di crisi perché diciamoci la verità non sempre ai famigliari o agli amici non blogger interessa questa tematica.

Come passare da Blogger a WordPress?Come_migrare_da_Blogger_a_WP

Puoi scaricare la grafica in formato pdf: Come passare da Blogger a WordPress – percorso da seguire.

  1. Che aspettative hai verso la nuova piattaforma? Vorresti iniziare a monetizzare il blog?

Per me una piattaforma è solo uno strumento che aiuta a raggiungere degli obiettivi. Certo rispetto a Blogger mi dà più possibilità, ma ci sono ancora molte cose che devo studiare per sfruttarla al massimo. Non nascondo che un giorno vorrei monetizzare il blog. Devo ancora mettere a posto le idee e fare ricerche del mercato. Per ora ho deciso investire nel template scegliendolo le varie opzioni come ad esempio la compatibilità con il plugin WooCommerce, se poi lo utilizzerò questa è un’altra storia.

  1. Come promuovi grazie al blog la tua regione?

Prima di cominciare a risponderti a questa domanda vorrei chiarire una cosa.  Promozione della regione non è proprio il termine che preferisco. Dietro la parola promozione di solito ci sono varie agenzie o organizzazioni che percepiscono  fondi pubblici o privati, io non percepisco nulla e sono contenta di andare avanti con le mie uniche forze.

Il mio blog è nato come progetto personale per scoprire la Calabria e condividere le mie esperienze con i  lettori soprattutto quelli polacchi. Condivido uno stile di vita solare del sud attraverso le mie foto, gli aneddoti che mi vengono raccontati e le storie che vivo in prima persona. A volte combatto gli stereotipi e a volte li coltivo. Cerco di raccontare la Calabria dal mio punto di vista. Gli specialisti definirebbero questo stile “Storytelling “, termine che ultimamente va molto di moda nel mondo del marketing.

Non ho motivo di utilizzare tecniche artefatte come spesso fanno molte agenzie pubblicitarie che inseriscono  il prodotto da promuovere in storie inventate, io racconto ciò che ho visto e  vissuto in prima persona. Grazie a questo blog la Calabria per me è diventata una vera passione. Sono autentica e credo che i miei lettori questo lo hanno percepito e lo apprezzano.

Quando ho aperto il mio blog pensavo fossero in pochi interessati a leggere quello che scrivevo. Adesso le cose sono cambiate.

Con il tempo per molti polacchi sono diventata un punto di riferimento e ora mi sento addosso una grossa responsabilità di non deluderli. Spesso mi chiedono un consiglio dove poter mangiare o dormire, seguono i miei itinerari culturali, naturalistici ed enogastronomici. Mi chiedono degli eventi, delle sagre  e poi una volta tornati in Polonia mi scrivono per dirmi che la loro esperienza è stata straordinaria anche grazie al mio blog e ai miei consigli.

Io e Aneta in Calabria nel maggio 2016 mentre mi fa conoscere casa sua, qui siamo sulla strada per San Nicola d’Arcella, dove ho visto uno dei tramonti più belli.

Grazie Aneta per questa intervista 🙂

Grazie a Te!


Ho riassunto i vantaggi di lanciare il blog su Blogger su una piccola infografica, spero che ti sarà d’aiuto nel scegliere la piattaforma giusta per iniziare e poi seguendo i consigli di Aneta a passare da Blogger a WordPress.

Come passare da Blogger a WordPress

Ti consiglio anche il mio post dove ho fatto uno studio comparativo, abbastanza approfondito tra WordPress.com (versione gratuita) e WordPress.org (quello con il proprio dominio e hosting che ha scelto alla fine anche Aneta).

WordPress.com o WordPress.org? Guida comparativa con infografica

Visita il blog Hello Calabria! Aneta non solo condivide lo stile di vita solare della bellissima Calabria, ma anche i consigli sul blogging e sulla fotografia. I suoi post sono anche in italiano, ed ecco uno che ti consiglio di leggere se sei appassionata di Instagram:

Come aggiungere le foto su Instagram dal computer

E tu quale piattaforma hai scelto per il tuo blog e perché? 

A presto.
Agnieszka

  • Grazie <3 Sono molto contenta di averti raccontato la mia esperienza, mi permetto di aggiungere solo una cosa. Non mi sono pentita di iniziare la mia avventura virtuale calabrese sulla piattaforma Blogger.

    • Grazie a te :). Si, si, lo so! Posso aggiungere allora che se mai dovessi scegliere una piattaforma gratuita opterei per Blogger.