Come promuovere una pagina facebook senza pubblicita

Come promuovere una pagina Facebook senza pagare la pubblicità?

Marketing

Al giorno di oggi vale ancora la pena lanciare una pagina Facebook? Ha senso oppure è un social un po’ superato? E come promuovere una pagina Facebook senza pagare la pubblicità? E’ possibile tra l’altro?

Inizio con un paio di dati per dirti che se hai lanciato un blog e hai poco tempo da dedicare ai social, concentra tutte le tue forze su Facebook. Ti assicuro che i risultati arriveranno. Non subito diventerai un Growth Hacker Marketing Manager 😉 , ma otterai qualcosa di buono con un po’ di pazienza e capacità di analisi.

I numeri di Facebook?

  • Ci sono 1,65 miliardi di utenti che accedono a Facebook almeno una volta al mese.
  • 66,1% di iscritti accede a Facebook quotidianamente.
  • L’utente medio di Facebook trascorre quotidianamente 40 minuti sulla piattaforma.
  • La pagina con il maggior numero di like è quella di Cristiano Ronaldo con 112 milioni Mi piace!

I numeri parlano da soli. Qualsiasi tema tu tratti i tuoi lettori e follower sono li.

Perché Facebook è importante per il tuo blog o attività?

  • Conosci le persone e stabilisci le relazioni anche professionali.
  • Porta il traffico sul tuo sito. Un elemento importantissimo se sei solo all’inizio della strada da blogger e non appari ancora nelle ricerche di Google.
  • Non sempre potrai pubblicare sul tuo blog e la pagina Facebook è uno strumento ottimale per tenerti in contatto con il tuo pubblico.
  • Puoi chiedere il feedback su quello che fai per il tuo blog oppure  l’attività.

Che cosa cercano le persone su Facebook?

  • Divertimento. Un gatto che ha fatto un salto, un bimbo che ha fatto una smorfia, un sciatore che si è ribaltato. La gente vuole ridere. Entra su Facebook e ride.
  • Notizie. E’ qui che si scoprono le calamità naturali, gli attentati, gli avvenimenti straordinari. Il giornalismo è cambiato e non mi dilungo su questo perché non è lo scopo dell’articolo. La gente vuole sapere, entra su Facebook e scopre.
  • Gossip. Chi fa che cosa, con chi e perché. Classico di un bar o della sala di attesa di una parrucchiera, solo che adesso il bar è un social.
  • Informazioni e confronto con gli altri. I gruppi tematici sono un classico per questa categoria.

Gli utenti di Facebook non vogliono fare shopping. Nessuno entra su Facebook per comprare. Per comprare va su Amazon, Zalando, Etsy o E-bay! Su Facebook vanno per passare il tempo e creare le relazioni, anche se sono fragili (ma sulla fragilità e liquidità delle relazioni in rete (e non solo) scriverò un’altra volta perché è un tema che mi interessa parecchio).

Come promuovere una pagina Facebook senza pagare

Chi gestisce una pagina Facebook vorrebbe avere tanti like sulla pagina, tanti mi piace sotto i singoli post pubblicati, condivisioni in giro fatte dagli sconosciuti, commenti e conversioni verso il proprio blog, sito o shop on-line. Insomma, avere una pagina Facebook che funziona per la quale il gioco vale la candela.

E tu per quale motivo hai lanciato la pagina Facebook?

Io l’ho fatto perché so che su Facebook ci sono i miei potenziali lettori. Le blogger alla ricerca delle informazioni, tutorial, trucchi con tanta voglia di imparare sul blogging e di confrontarsi sui dubbi. Le mie lettrici, così come le ho definite quando ho lanciato il blog, sono su Facebook. Penso tutte anche se non ancora tutte sanno che ci sono io 🙂 .

Come potrei scegliere un altro social?

Dopo questa lunghissima introduzione passiamo al concreto, quindi come promuovere la pagina Facebook senza pagare la pubblicità?

Utilizza la pagina e non il tuo profilo personale, ecco una piccola grafica che ho preparato per spiegare il perché.

Quando penserai al Facebook pensa al concetto 3C: Contatti – Contenuti – Costanza.

1. Contatti

Non vivi nel vuoto. Ci sono anche gli altri, quindi fatti conoscere! Puoi entrare in qualche gruppo tematico, conoscere altre persone e scambiare le idee. Le altre blogger sono molto più propense a interagire con te e con la tua pagina se ti conoscono anche solo virtualmente. Se non sai bene come collaborare con le altre blogger ti vorrei dare qualche idea: Collaborazioni tra blogger.

Ma mi raccomando non entrare nei gruppi solo per lasciare il link, dire ciao e scappare! Cura i rapporti fragili con le persone. Questi rapporti possono trasformarsi in un qualcosa, in che cosa non ti so dire, ma dargli una chance! Sii attiva sulle altre pagine, commenta e clicca like anche come pagina. Se i contenuti sono coerenti condividi senza paura di perdere i follower!

Puoi entrare a far parte del gruppo #ProgettoBlog, che ho aperto io, dove ci sono le blogger motivate e sempre disponibili ad aiutare.

2. Contenuti

Che cosa pubblichi sulla tua pagina Facebook? Che linguaggio utilizzi? Facebook è un social! Ricordiamocelo sempre. Non essere troppo formale! Non buttare solo il link al nuovo blog post e scappare. Fatti conoscere e conosci i tuoi lettori. Pubblica i contenuti interessanti per fargli interagire e dialogare con te. E non avere paura, non scoraggiarti se non rispondono al primo post diverso dal solito che ti sei decisa di pubblicare. Le variabili sono tante:

  • Chi ti segue? Ha cliccato mi piace casualmente ed è un Ghost follower oppure è un vero fan che ha cliccato dalla tua pagina dopo aver fatto un giretto sul blog? Ovvio che un follower cosciente cliccherà mi piace più facilmente sui tuoi post. Per questo motivo io consiglio di pubblicizzare eventualmente i singoli post e non la pagina intera. Se una persona è già sul tuo blog puoi proporre di cliccare Mi piace utilizzando una like box di Facebook
  • A che ora hai pubblicato il post? Si calcola che contano i primi 10 minuti. Ma i tuoi follower quando sono più attivi? Tu lo sai? Se in questi 10 primi minuti qualcuno interagisce, commenta o condivide, Facebook lo farà vedere a più persone. Semplicemente su base di queste prime interazioni lo riterrà un contenuto interessante da far vedere agli altri.
  • Che cosa hai pubblicato? Un link è meno gradito a Facebook. Certo, sei a casa di Zuckerberg e vuoi far uscire la gente da lì e portarli a casa tua 😉 . Per aumentare la visibilità usa un trucco ogni tanto e aggiungi prima la foto e dopo allega il link.
  • Quanto sei regolare nel pubblicare? Più sei regolare, più crei la visibilità della tua pagina, più Facebook fa vedere i tuoi post.

Ora combina questi fattori, che sono comunque solo alcuni, e capisci che gestire una pagina Facebook in modo vincente non è semplice.

Come trovare i contenuti interessanti al di fuori di Facebook?

Grazie a questa applicazione ho scoperto un corso molto interessante e in più gratuito sul Doodling “#21DoodleDays” di The Doodle Institute!

3. Costanza

Un post al giorno è il minimo indispensabile per far funzionare la pagina. Verifica le statistiche di Insight per sapere quando hai i tuoi lettori on-line. Valuta i contenuti che pubblichi. Che cosa piace, che cosa non piace. Pubblica e analizza. Ad un certo punto inizierai non più ad intuire, ma proprio capire che cosa pubblicare per avere delle interazioni. Ricordati solo di pubblicare contenuti coerenti con il tuo blog. I gatti e i bimbi ricevono sempre tanti like 😉 , ma se non sei una mummy o lifestile blogger non esagerare con queste foto.

Ti consiglio questi due post:

Infine ti propongo di scaricare il mio mini ebook dal titolo 40 idee creative per pubblicare su Facebook. Contiene anche la check-list che ti aiuterà a valutare se hai fatto il necessario per avere la tua pagina più seguita.

L’ebook contiene i casi concreti commentati, una check-list per la tua pagina e un post planner e aiuta a promuovere una pagina senza investire in pubblicità su Facebook! 

Ecco cosa pensano del mio ebook alcune delle blogger che l’hanno già letto!

Mariacarla di Myflorechic

come promuovere una pagina Facebook senza pagare

Marta di Dindalon

come promuovere una pagina Facebook senza pagare

Claudia di Wanderlust Blog

come promuovere una pagina Facebook senza pagare
Per ricevere l’ebook 40 idee per i post su Facebook, la check-list per la tua pagina e il post planner iscriviti alla mia Newsletter.

Riceverai subito la password per accedere alla Blogoteca, l’area riservata del mio sito, dove lo potrai scaricare.

Se l’idea di iscriversi alla newsletter ti fa venire l’orticaria puoi condividere questo post in rete e inviandomi lo screenshot a tiscrivo@combinando.it riceverai l’e-book via e-mail.

Se questo articolo ti è piaciuto potresti essere interessata anche a questi due?
Come promuovere un blog senza spendere i soldi (da scaricare una mappa mentale cliccabile)
Come far crescere in modo etico la pagina Facebook di un blog personale (le cose da fare e da evitare, le statistiche da interpretare e gli strumenti da usare, in più da scaricare un documento per scegliere il pubblico per la pubblicità su Facebook).

In più in questo post ho analizzato un mese di miei post sulla pagina Facebook di Combinando(30 post di giugno 2017), è stato davvero interessante a distanza di un mese passato vedere cosa ho pubblicato e cosa ha avuto successo e perché: Cosa pubblicare su Facebook: analisi di Combinando + piano editoriale.

Seguimi su Facebook per scoprire più contenuti interessanti.

A presto.
Agnieszka

  • Interessantissimo come sempre, grazie! Rifletterò su ciò che hai scritto. Mi piacerebbe aumentare la visibilità della pagina Facebook… a volte ricevo una marea di mi piace, altre volte 2 o 3 e non capisco mai perché, c’è ancora molto da lavorare.
    P.S. il link http://hashtagify.me/hashtag/ non funziona!

    • Facebook con i suoi algoritmi un po’ misteriosi bisogna osservare e se necessario fare degli aggiustamenti nei contenuti pubblicati. Ovvio che se pubblichi due o tre articoli sul blog a settimana, altri 4 o 5 giorni su FB qualcosa di interessante bisogna pubblicare anche per attirare le persone nuove ;). Grazie per la segnalazione sul link. Ora funziona, prima ha perso un pezzo.

  • Ciao, sono iscritta anche al tuo gruppo facebook e il tuo modo semplice di spiegare le cose mi piace molto. Ho letto questo articolo con molto interesse, ma purtroppo, stando alla mia esperienza, non mi ritrovo con quello che dici:
    1- “Se in questi 10 primi minuti qualcuno interagisce, commenta o condivide, Facebook lo farà vedere a più persone. Semplicemente su base di queste prime interazioni lo riterrà un contenuto interessante da far vedere agli altri.” Ho post che nessuno ha minimamente guardato, senza reazioni né commenti in pagina, che facebook ha comunque mostrato a 1000 persone (si chiama copertura organica, no?). Mentre altri hanno avuto molte reazioni e interazioni, eppure sotto c’è scritto “200 persone raggiunte”. Cioè niente, rispetto ai 3 mila fan che ho.
    2- “Un link è meno gradito a Facebook”: anche qui, non ho riscontri. Ci sono post scritti senza links, belli e buoni per facebook, che hanno una copertura di 130 persone. Altri, con link e preview al mio sito, raggiungono magari 2000 cristiani.
    3- “Più sei regolare, più crei la visibilità della tua pagina, più Facebook fa vedere i tuoi post.” Posto qualcosa tutti i giorni, ma la copertura non è affatto migliorata, in questi giorni i miei post (con o senza link, con o senza foto, di giorno, di sera, quando vuoi) raggiungevano poche centinaia di persone.
    La copertura che facebook decide di dare a ogni post è un mistero che mi fa ribollire il sangue. Ti prego aiutami tu… Sai rispondere alle mie obiezioni? Grazie 🙂

    • Ti ringrazio per il commento e per il complimento. Cerco di trasformare i concetti complicati in concetti più semplici e sono contenta quando il mio blog è letto proprio così :).
      Con Facebook la storia è molto complicata, forse dovrei più spesso utilizzare il condizionale e scrivere potrebbe.
      Probabilmente nessuno con l’esattezza, tranne Mark Zuckerberg, conosce l’algoritmo di Facebook. Altrimenti il social non punterebbe sulla pubblicità. Cerco di risponderti ragionando sempre secondo quello che ho potuto osservare e sperimentare.
      1. Oggettivamente è così, se le persone nei primi minuti cliccano mi piace o ancora meglio condividono, il post è più visibile. Io non ho mai riscontrato la copertura organica alta senza il coinvolgimento delle persone. Se ti va linkami nei commenti il post, forse c’è una ragione particolare. Un post che la gente ha letto, ma non ha reagito perché era controverso? Non so dirti. Anch’io ho alcuni post su Fb che hanno abbastanza mi piace, ma poca copertura e questo secondo me perché la gente clicca, ma non si ferma a leggere. Tipo l’attività di alcuni gruppi che metti in promozione un post, la gente ti clicca mi piace e esce dalla tua pagina. Questo ti aumenta i mi piace, ma non la copertura. Ma questa è la mia considerazione che non necessariamente è reale. Se qualcuno ne ha una sua corro a leggere :). Secondo te come si creano i contenuti virali su Facebook? La gente clicca mi piace e condivide. Sopratutto le condivisioni “valgono” un sacco perché appaiono sulle bacheche delle persone e quindi sono visualizzate da tutti gli “amici” che sono davanti a Fb. E’ uno dei motivi per i quali Facebook banna i profili personali che fungono da pagine. Mi sono spiegata?
      2. I link sono sempre meno graditi su Facebook per i motivi che ho scritto nel post. Facebook non vuole che si esca da casa sua, ma se il link è presentato in modo interessante, la gente clicca lo stesso e vale la regola di sopra. Un’altro esempio potrei fare con gli eventi creati su Fb. A quanto pare hanno un sacco di visibilità. Io ho creato uno per incentivare a leggere i libri ed è stato un flop totale a livello di visibilità. Ancora adesso non me lo so spiegare ;).
      3. Io non so chi ti segue, come hai raggiunto questi tre mila persone e da quando hai la pagina. Fatto sta che tutto cambia, anche le persone che ti hanno cliccato una volta mi piace. Potrebbero non essere più interessate ai contenuti e quindi non cliccare mai mi piace ai tuoi post oppure Facebook li fa vedere sempre alla stessa cerchia di follower. Hai analizzato chi ti clicca mi piace e condivide? Sono sempre li stessi?
      Ti allego la schermata dei miei insight degli ultimi giorni.
      Come vedi i link sono andati bene, ma nel mio caso valeva la regola dei primi minuti. Ho postato i link con la descrizione interessante e subito sono arrivati mi piace ed è stato condiviso. Il primo dell’elenco è il risultato della promozione del gruppo invece ;). Tanti mi piace, ma poca copertura organica. La gente clicca, ma non legge. E’ sempre così, lo sto osservando ;).
      Spero di essere stata abbastanza chiara e di averti aiutato. Se ti va linkami la tua pagina perché ormai sono curiosa :). Buona serata!
      https://uploads.disquscdn.com/images/5124fe79e06fc0cc7ddd8951d5cc924ef6d12f231b7118d1e68c743781711c79.png

      • Sei chiara ma io fatico… Tu sei bravissima e carinissima, ma io sono una frana in queste cose di analisi e logica, sono una mente letteraria e creativa, ma zero scienze. Sono quasi certa di una cosa che hai detto: facebook propone i miei contenuti sempre alle stesse persone, probabilmente quelle che più spesso hanno mostrato di gradire (mettendo like o condividendo, o commentando), cioè coloro con le quali il post ha generato interazione. Questo è il motivo per cui secondo me alcuni fan dopo un po’ non li sento più, prima magari erano in prima fila, poi non li vedo più interagire su facebook e penso ‘cavoli non gli sono piaciuta’, poi faccio il post del secolo, dove non poteva non arrivare quella persona che conosco, e mi aspetto di averla riagganciata, e invece nulla. Perché? Ce l’ha con me, ormai? Non le “convengo” perché alla fine non cresco e quindi non le porto contatti nuovi (per es. se è una blogger anche lei)? No: solo perché avendo taciuto per un po’, facebook non le ha più mostrato i miei post. Veniamo alla pagina: i fan sono arrivati in tanti modi, ma conta che blog e pagina hanno 3 anni e mezzo. C’è gente che arriva a mille fan in due mesi. Conta che ho delle collaborazioni, altre ne ho avute. Insomma in verità rispetto al mazzo che mi faccio non sono moltissimi e comunque sono poco indicativi, come hai capito, rispetto ai riscontri e copertura.
        Ecco la pagina: https://www.facebook.com/pensierirotondi/
        Ma quelle condivisioni nei primi 10 minuti… valgono anche se sono io a farle? Temo di no… Comunque: se scrolli un po’ vedi il meme sul Fridge Calendar (18 febbraio): 2 like, eppure ha raggiunto più di 900 persone (forse perché comunque è piaciuto nei gruppi in cui l’ho condiviso?). Il post sotto: una serie di puntate sull’arrivo di un nuovo figlio… in questo post col link al pezzo “Nessuno dice” ho avuto 2 like, eppure copertura 3000 persone. Scendi ancora: 31 gennaio, “Fine di una tata”, un post scritto direttamente in pagina, nessun link, piace subito ma raggiunge solo 470 persone. Sotto ancora: 26 gennaio “Vorrei dire ai miei figli: crescete piano!”, 22 share e quasi 30 like, eppure ha raggiunto 2700 persone, meno di “Nessuno dice”, che aveva zero share (a parte i miei). Grazie 🙂

        • Non sopravvalutarmi ;). Ti ringrazio per i complimenti e vediamo se riesco a risponderti. Si, a mio avviso dopo un po’ che le persone non cliccano più mi piace sui tuoi post, FB smette più o meno di proporre i tuoi contenuti. Oppure le persone non cliccano mai mi piace anche se vedono i tuoi contenuti. Per la prima ipotesi potresti chiedere a chi segue la tua pagina di cliccare “mostra per primi” (ti allego la foto). Per la seconda ipotesi non c’è tanto da fare. Anch’io seguo alcune pagine e non clicco mi piace sui post. Su alcune non ho cliccato mi piace, ma comunque le guardo ;). I comportamenti delle persone sono diversi e non sempre logicamente spiegabili.
          La condivisione dentro i gruppi aumenta la copertura organica. Per fartelo vedere ho condiviso ieri in un gruppo un mio post e vedi come nel giro di poche ore la copertura organica è salita. Essendo un post vecchio ovvio che l’aumento è dovuto alla condivisione nel gruppo. Anche la logica dei gruppi è diversa se dentro condividi un post ;). E’ un gruppo chiuso o aperto? Se il gruppo è aperto gli altri vedono che tu hai pubblicato qualcosa dentro il gruppo e i contenuti si possono condividere anche al di fuori del gruppo. Per il gruppo chiuso invece contano diversi fattori: è grande, è attivo, il contenuto condiviso dentro è stato commentato? Se hai notato i contenuti che commenti nei gruppi salgono in bacheca in alto e quindi sono visualizzati da nuove persone.
          Ho visto che condividi i tuoi post nei gruppi chiusi. Bisognerebbe vedere che cosa succede con i tuoi post dentro al gruppo. Sono commentati? Quando li condividi? Sempre alla stessa ora? Uno di questi gruppi è numeroso, quindi sicuramente influisce sulla copertura organica.
          Spero di essere stata chiara e di averti aiutato almeno un po’ a decifrare Facebook ;). Per il resto bisogna osservare e analizzare. Fare le prove e non comportarsi sempre nello stesso modo con tutti i post ;). Un caro saluto e se hai ancora delle domande non esitare a scrivere.

          https://uploads.disquscdn.com/images/b81dac19f22d3895b3b27d1879dbab2553149cae72e66df49d30dc656b53b5e4.png
          https://uploads.disquscdn.com/images/42bf7ee7adacb62c631cab5124f0a69bcc0293c89ad5a38f33e5ccfbdaeecc65.png https://uploads.disquscdn.com/images/996dbd5b5f026d374941897051fe9f687a860722b01410b64fa82fa870d35592.png

          • sei sempre superdolce e preparata, e quindi i complimenti non posso evitarli! Credo, alla luce di quanto dici, che dovrei analizzare di più gli insight, anche se mi pareva già di aver visto che il mio pubblico… è sempre online! 😀 (Mamme scansafatica!) La cosa dei gruppi aperti è vera ma non so se ce ne sono, di mamme, sono sempre chiusi e con politiche ristrette. Infine, quanto a chiedere ai miei fan di mettere ‘mostra per primi’ riguardo ai miei post… non ce la faccio, so che c’è modo e modo, ma non riesco a insistere così coi lettori 🙁

          • I dati di insight vale la pena analizzare, ma di più quello che fanno i follower presenti sulla pagina e senza guardare molto la copertura organica se condividi nei gruppi. Anche i miei risultano on-line dalle 8 alle 22, ma io ho notato che “tirano” di più i post che programmo per le 9 di mattina o 18 di sera. Ti capisco perché anch’io non chiederei a nessuno di cliccare “mostra per primi”. Su alcune pagine l’ho fatto senza essere chiesta perché sono davvero interessata ai contenuti ed effettivamente mi arrivano tutte le notifiche dei post. Il bello è che non sempre clicco mi piace ai post anche se mi piacciono :-D. La mia logica non è ripetibile. In bocca al lupo 🙂 e grazie ancora per le tue parole.

  • Sei sempre una fonte di idee e spunti interessanti, sono davvero felice di far parte del tuo gruppo su fb 🙂

    • Grazie mille :), sono davvero felice che ti trovi bene nel gruppo. L’ho creato proprio con questo intento e spero che continui così sia il gruppo sia le mie idee ;).