Cosa offrire a chi si iscrive alla newsletter e con quale programma realizzarlo

Marketing

Oggi non ti spiego perché creare la newsletter, ma ti presento una lista dei prodotti che potresti offrire a chi la sottoscrive e ti spiego con quali programmi gratuiti realizzarli!

Alla domanda sul perché un blogger dovrebbe creare la newsletter  e come capire quale potrebbe essere il prodotto da offrire ai propri lettori ho già cercato di dare una risposta nell’articolo: Le newsletter che funzionano che ti consiglio di leggere per completare il quadro.

C’entra la newsletter con Facebook?

La mailing list è molto importante perché chi sottoscrive la tua newsletter è davvero interessato a ciò che fai, pubblichi o offri come prodotti o servizi.

Non è come un commento, una condivisione di un tuo articolo o semplicemente una visita sul tuo blog.

Mano a mano che le persone ti lasciano la loro e-mail ti permettono di creare una cerchia ristretta di persone interessate ai tuoi contenuti. Oltre ad utilizzarla per restare in contatto con i lettori puoi anche gestirla per creare le inserzioni pubblicitarie su Facebook in duplice modo:

📌 Far visualizzare la tua pubblicità alle persone iscritte alla tua mailing list

📌 Creare un pubblico chiamato Lookalike sulla base delle persone iscritte alla tua mailing list, cioè con delle caratteristiche simili a quelle di chi si è iscritto alla newsletter. In questo caso Facebook analizza le persone della tua mailing list e ti crea un pubblico potenzialmente interessato ai tuoi contenuti.


Ora capisci perché è estremamente importante non solo creare la newsletter, ma far iscrivere le persone!

Per invogliare le persone a lasciarti il proprio indirizzo e-mail ormai non basta il link al modulo di iscrizione. I tuoi lettori ti lasciano qualcosa di personale e di prezioso, ovvio che tu per ringraziare dovresti fare altrettanto.

Ci sono tantissimi prodotti che puoi creare e regalare a chi sottoscrive la newsletter, alcuni sono impegnativi, altri sono un po’ più semplici, ma l’importante è trovare ciò che davvero può servire ai tuoi lettori.

Che cosa non offrire se la tua lista è generica e non ne crei di specifiche per ogni tipo di interesse?

➡️ Un capitolo del tuo libro messo in vendita

Se l’obiettivo è di far acquistare il libro, lascia libero l’accesso a questo capitolo e invece per la newsletter crea un prodotto fruibile in modo indipendente. Alcune persone non interessate al tuo libro potrebbero decidere di non iscriversi, oppure sottoscrivere e pochi momenti dopo aver ricevuto il capitolo del libro disdire. 

➡️ I prodotti stagionali: un ebook per l’inverno o l’estate

Se stai creando il tuo primo prodotto non legarlo alle stagioni perché ci saranno dei periodi nei quali nessuno lo chiederà e quindi molto probabilmente non andrà ad iscriversi alla newsletter. Sarà anche più complicato promuoverlo! Immagina di promuovere un ebook con le ricette per la Pasqua sotto Natale 😉 .

➡️ Un prodotto esclusivo per pochi

Un piano con gli esercizi fisici da seguire, una dieta per chi ha il sangue A+. Qualcosa per le sole ragazze quando il tuo blog è letto anche dai maschi. E il resto dei tuoi lettori? Si sentiranno trascurati e potresti perdere delle sottoscrizioni.

Tipi di prodotti che puoi offrire e programmi che puoi utilizzare per realizzarli!

Realizzare un e-book per i propri lettori è una delle scelte più frequenti. Quelli realizzati dai blogger sono spesso sotto forma di una raccolta di idee, di soluzioni, di scenari, insomma un misto tra le esperienze e i consigli.

 

I programmi da utilizzare:

Canva per la grafica! Puoi nello stesso file dell’ebook utilizzare il testo, le foto, le icone, modificare i colori oppure copiare le pagine con delle impostazioni. Nella versione gratuita puoi creare i file fino a 30 pagine. Se non conosci ancora Canva oppure lo conosci poco, in questo articolo ho pubblicato il video tutorial dove spiego le basi: Come creare i contenuti creativi per il tuo blog – tutorial Canva.

SmallPdf, un programma che, tra l’altro, consente di collegare più file pdf. E’ molto utile se crei il tuo e-book con Canva ed è più lungo di 30 pagine.

Issuu – puoi caricare il tuo e-book oppure solo una parte per consentire alle persone di visualizzarlo. E’ un programma molto utile per la promozione!

Ecco un estratto del mio ebook con 40 idee per i post da pubblicare su Facebook. E’ la combinazione tra Canva, Small pdf e Issuu.

Sotto forma dei quaderni da preparare per chi deve seguire un percorso. Sul mio sito ho pubblicato il quaderno con gli esercizi per chi deve trovare l’argomento per il blog. Ci sono varie domande e gli spazi per scrivere le risposte. E’ un prodotto da realizzare con Canva e Pdfescape. Questo ultimo consente di creare i pdf compilabili. I tuoi lettori non devono stampare i documenti per poterci scrivere dentro, semplicemente compilano il file e salvano.

E’ una lista di controllo con un elenco di cose da fare. La check-list con 25 domande era il mio primo prodotto, prima di creare l’area riservata, che lasciavo a chi si iscriveva alla mia newsletter. La mia check-list riguardava 25 elementi da controllare per avere un blog più seguito. Le check-list sono da creare con Canva – per creare il testo e Pdfescape – per inserire check box da selezionare. 

E’ davvero un prodotto non molto complicato da creare, l’unico requisito è di avere una conoscenza approfondita del tema che proponi di controllare.

I video sono sempre più popolari e dimostrare con un video tutorial i vari passaggi da fare piace tantissimo. Per crearlo utilizza:

➡️ Screencastify – l’estensione di Chrome per registrare lo schermo se il tuo tutorial riguarda qualche programma informatico.

➡️ Screen cast o matic – un programma per registrare lo schermo del pc, se stessi oppure contemporaneamente lo schermo e chi registra. Nella versione gratuita si possono fare delle registrazioni fino a 15 minuti.

➡️ Youtube – tenendo il filmato privato e quindi inviando il link solo a chi si iscrive alla newsletter.

Uno spazio sul tuo blog dove puoi salvare le varie risorse: video, file audio o documenti. Se sei iscritta alla mia newsletter hai l’accesso alla Blogoteca dove trovi tante risorse interessanti per il blogging: 

✅ check-list con 25 domande per verificare se hai fatto il necessario per avere maggior seguito al tuo blog;

✅ esercizi per far partire una newsletter che funziona;

✅ quaderno con gli esercizi per trovare l’argomento del tuo blog oppure indirizzare meglio i contenuti del blog esistente;

✅ ebook con 33 idee di post da pubblicare su Facebook, una check-list per la tua Fanpage e un post planner settimanale per organizzare le tue idee;

✅ lista con 20 idee da fare in 15 minuti per il tuo blog;

✅ una check-list per impostare la strategia di promozione per il tuo blog.

Se inizi ad avere tanti prodotti conviene crearla per non lasciare i tuoi lettori perdersi tra i vari link, liste o articoli. In più un’area riservata aumenta i visitatori del tuo blog e questo non può che piacere a Google!

In questo articolo ho spiegato di che cosa hai bisogno per creare l’area riservata e come crearla senza plugin.

Se non sei ancora iscritta alla mia newsletter direi che puoi sempre rimediare 😉 .

Potresti decidere che l’accesso ad alcuni dei tuoi articoli pubblicati sul blog è riservato solo a chi si iscrive alla tua newsletter e riceve la password. Il lettore vede solo l’introduzione o il primo paragrafo dell’articolo e per leggerlo tutto deve inserire la password che riceve se si iscrive alla newsletter. Questa opzione è per chi è già un po’ conosciuto 😉 in rete altrimenti si rischia di spaventare i potenziali lettori che non conoscendo la qualità dei contenuti andranno semplicemente altrove! 

Puoi creare un gruppo su Facebook o LinkedIn! Ovviamente devi pensare alla tematica e gli obiettivi del gruppo. Per entrare bisogna essere iscritti alla newsletter. Lo sforzo iniziare è davvero minimo, ma aumenta notevolmente con il numero di iscritti e con le iniziative che metti in campo.

Un file audio da ascoltare! Sono sempre più utilizzati perché nella vita frenetica di tante persone è uno dei modi per studiare o semplicemente ascoltare una storia o un racconto. Che cosa potresti raccontare a chi si iscrive alla tua newsletter? Teoricamente per iniziare non hai bisogno di tanto. Puoi registrare con uno dei programmi disponibili on-line e gratuiti: Free Audio Editor, Wavepad, Audacity.

Questo articolo ti ha chiarito un po’ le idee sui possibili prodotti per la tua newsletter? Non ti chiedo neanche se hai intenzione di crearla, perché è da creare!

Ho raccolto un po’ di esempi delle ragazze che hanno creato un prodotto per la loro newsletter! Guarda quanta creatività 🙂 .

Maria Rosa Neri – consulente di immagine per sole donne ha creato una guida “Oltre lo stile”,  un percorso completo per imparare a valorizzare la tua immagine femminile, disponibile sul suo sito: Maria Rosa Neri.

Chiara Caiazzo – dal 2012 si dedica alla creazione di servizi e proposte per vivere meglio, che hanno un tema comune: i cambiamenti. Per chi si iscrive alla sua newsletter ha preparato l’ e-book “Traslocare è cambiare”, realizzato a quattro mani con una Professional Organizer. Il suo l’ebook è una guida che aiuta ad affrontare il trasloco dal punto di vista psicologico e pratico, disponibile qui: Traslocare è cambiare.

Beatrice Lugano – consulente creativa ha realizzato una guida video per chi vuole iniziare a produrli autonomamente: Consigli professionali per i tuoi video a zero budget o quasi.

Ho riassunto tutti i programmi citati, puoi scaricare la grafica in formato pdf e cliccando sui nomi dei programmi visualizzare direttamente il sito: Programmi per creare i prodotti per la newsletter.

Quale di questi strumenti ti sembra più utile e vorresti approfondire? 

Se hai bisogno di creare una newsletter, dai un’occhiata al mio tutorial per crearla con MailChimp. E’ semplice da utilizzare e fino a 2000 iscritti è gratuita: Come creare una newsletter con MailChimp – tutorial molto pratico.

A presto
Agnieszka

  • Silvana Amato

    Io resto dell’idea dell’ebook anche,perchè è l’unico che potrei offrire ai miei lettori. Articolo e video ben spiegati, grazie

    • E-book è abbastanza fattibile :), in bocca al lupo per la tua newsletter.

  • Sara

    Grazie Agnieszka, articolo davvero pieno di spunti…in questo momento sto ragionando su molti di questi punti. vedremo cosa arriverà!

    • Grazie a te. Incrocio le dita per i tuoi progetti :).