5 metodi per avere delle foto gratuite e legali sul blog se non hai le tue

Blogging

Le immagini sul blog fanno la differenza e spesso valgono più delle parole, sanno meglio trasmettere le emozioni e mettono in risalto il testo che scrivi.

Per questo vanno selezionate con cura! Varie ricerche provano che un testo senza foto è meno coinvolgente per il lettore, quindi pensa sempre ad aggiungere qualche immagine al tuo articolo.

E’ un compito facile per un travel, food o fashion blogger, ma, per chi non mastica bene ne l’arte della fotografia ne tratta sul blog un tema semplice da fotografare, è una sfida!

In che modo puoi pubblicare delle foto gratuite e legali sul blog se non hai le tue?

Oggi ti presento cinque modi semplici per essere corretta in rete e non ledere i diritti di autore neanche casualmente.

1. Chiedi l’autorizzazione e linka all’autore!

Non c’è modo più semplice! Se hai trovato in rete una foto che ti interessa particolarmente, puoi scrivere all’autore e chiedere l’autorizzazione a utilizzare la sua foto nell’articolo. Ovviamente gli spieghi perché ti interessa questa foto in particolare e rinvii i tuoi lettori al sito dell’autore.

jezioro-prarayer

Mi ricordo i miei inizi con il blog CiekawAosta quando ho scritto un articolo sul Parco Nazionale Gran Paradiso, ma mi mancavano le foto suggestive, proprio quelle che mettono in risalto la bellezza della fauna e flora di un posto come quello. Ho scritto una e-mail ad un fotografo locale e ho chiesto se potevo pubblicare un paio di sue foto sul mio blog. Grazie alla sua disponibilità il mio articolo è ancora più interessante!

2. Usa delle immagini gratuite trovate in rete

Come trovare le immagini gratuite? Cercando con Google immagini e specificando nella ricerca che devono essere riutilizzate con o senza modifiche a seconda delle tue esigenze.

google-ricerca-foto-gratuite

Le immagini che trovi su Google sono gratuite, ma assoggettate a delle licenze. Controlla di che tipo sono e rispettane le prescrizioni.

Le uniche immagini pienamente utilizzabili sono quelle diventate di “pubblico dominio”, questo succede quando trascorrono un certo numero di anni dalla morte dell’autore (70 anni in Italia e nella maggior parte del resto del mondo).

Le licenze più comuni e accomodanti sono quelle di:

  • Creative Commons CC0: l’autore rinuncia ai propri diritti patrimoniali sull’immagine, rendendo l’opera di pubblico dominio ed è quindi possibile a chiunque utilizzarla come meglio crede, incluse le modifiche e l’uso ai fini commerciali.
  • Creative Commons CC BY: libero uso attribuendo la paternità all’autore.

Troverai maggiori informazioni sulle licenze qui: Licenze Creative Commons.

3. Usa delle banche con le immagini

Ci sono tantissime banche dati con delle foto anche in alta risoluzione che puoi liberamente utilizzare, in tanti casi senza neanche citare la fonte! Te ne posto qui alcune basate sulla licenza CC0 che utilizzo quando tra le mie foto non riesco a scovarne una che possa andare bene per l’articolo.

drgf7doee-o-roman-kraft

Su questa ultima repository delle foto ho deciso anch’io di contribuire con le mie foto fatte in Valle d’Aosta.  Se vuoi scaricarle gratuitamente puoi farlo dal mio profilo Agnieszkass.

Perché ho lasciato libere alcune foto? 

Credo semplicemente nella condivisione e credo che la rete di oggi sia proprio cosi. Si cresce perché si condividono le risorse, la conoscenza, le foto, la musica e le informazioni.

Non ricordo più quante volte ho utilizzato le foto gratuite senza licenza per i miei progetti, i vari mock up per presentare le mie grafiche, la musica per montare i filmati, i podcast per imparare qualcosa (anche e soprattutto il blogging e il web marketing).

Se anche tu decidi di caricare  alcune tue foto su Unsplash o su qualsiasi depository di foto gratuite, ricordati che non sono più tue, ma di tutti.

4. Usa la funzione di embed (incorporamento della foto)

La funzione dell’incorporamento è diffusa per i video che pubblichi sul blog, pensa a YouTube o Vimeo, ma puoi utilizzarla anche per le foto che trovi su Facebook, Instagram, Flickr o Pinterest. Sul tuo blog visualizzi soltanto la foto che però è pubblicata altrove. Utilizzando l’incorporamento in automatico si pubblica anche l’autore, quindi non devi citarlo. La foto semplicemente appare sul tuo blog e tutto avviene in modo completamente legale. Naturalmente se l’autore cancella la sua foto, questa sparisce anche dal tuo articolo.

5. Crea un Mockup

Avrai già visto tra i miei articoli queste immagini professionali, dove sullo schermo del computer o del tablet appare la pagina di Combinando.it 😀 . Ovviamente non ho un Mac e quello che vedi non è altro che Mock-up. Un immagine dove sul quadro oppure sullo schermo di un dispositivo aggiungi la foto oppure un link ad un sito e questo appare sullo schermo. Semplice da utilizzare, gratuito e legale. Che cosa chiedere in più?

Io spesso creo mockup con l’applicazione Smartmockup. Te la consiglio, è assolutamente da provare! Qui sotto un quadro con un immagine della Valle d’Aosta creato con questa applicazione.

Invece in questo post recensisco sei programmi diversi per creare i mock-up on-line: Mock-up – presenta in modo creativo le immagini, le pagine web e i prodotti digitali.

che-cosa-e-mock-up

Io so che cosa chiedere in più 😉 , ma te lo scrivo in una delle prossime volte.

Conosci altri modi per pubblicare delle foto gratuitamente e legalmente su un blog?

Vuoi scambiare le idee, partecipare a qualche progetto comune con le altre blogger? Entra a far parte del gruppo Progetto Blog!

Iscriviti alla mia newsletter (non sei ancora iscritta? Aiaiaiaiai), così potrai accedere alla Blogoteca e fruire del materiale gratuito creato per il blogging.

Alla prossima!
Agnieszka

  • Girovagandoconstefania

    Il mockup m’interessa, proverò il sito che consigli

    • Sono contenta! Ci sono altri siti per creare i Mockup, se poi ti piace l’applicazione e li trovi utili te li faccio scoprire.

  • Punti Luce

    molto interessante. non conoscevo smartmockups. mi piacerebbe saperne di più. è possibile personalizzare gli sfondi? fammi sapere se farai un post a riguardo . grazie!

    • Gli sfondi sono fissi, puoi scegliere tra tantissimi. Quello che personalizzi sono gli schermi del computer, tablet, smartphone o reader. Sicuramente farò un post per presentare i migliori siti per creare mockup :-).

  • Se vuoi prendere 10 immagini da 10 siti devi chiedere 10 volte se puoi. Ovviamente se rispetti la licenza pubblicata sul loro sito potresti anche non chiedere. Ma di solito i siti che non sono le banche dati, non esplicitano la licenza, ma scrivono che le immagini sono soggette al diritto di autore e quindi non le puoi semplicemente prendere.
    Puoi utilizzare la funzione di incorporamento (embed) e prendere le foto da Pintrest e ti assicuro che ce ne una valanga di tutte le categorie. In questo caso non devi chiedere nulla.
    Per il mock up non devi citare la fonte, ma se sai farlo con photoshop forse non ti serve? E’ un modo veloce per personalizzare con i propri contenuti un’immagine standard. Spero di essere stata chiara, ma se hai ancora dei dubbi non esitare a chiedere.