Google Search Console per il blog

A cosa serve Google Search Console per il blog?

Blogging

Ci sono alcuni strumenti che un blogger deve conoscere, anche se non in modo approfondito, ma almeno per avere delle nozioni di base, per sapere se servono, cosa servono e come usarli. Google Search Console è decisamente tra questi.

E’ ancora poco conosciuto tra i blogger perché fino al 2015 Google Search Console era uno strumento chiamato Google Webmaster Tools, ma visto che la sua popolarità si espandeva sempre di più anche tra le altre figure impegnate nel mondo digitale, inclusi i blogger il suo nome è stato cambiato per essere più vicino ai fruitori.

Oggi ti spiego come puoi utilizzare Google Search Console nel blogging

? cos’è,

? per chi è,

? come si installa,

? che tipo di dati rileva,

? come interpretarli.

Cos’è Google Search Console

È un strumento gratuito di Google che fornisce diverse informazioni su un sito web, tra le quali le parole chiave indicizzate che portano il traffico sul blog e i link dei siti che linkano verso il tuo blog.

Per chi è

Per i blogger che utilizzano WordPress.org, WordPress.com oppure i blog ospitati sulla piattaforma Blogger. In generale, credo che eseguendo uno dei metodi di verifica si possano monitorare tutti i siti.

Come si installa

Loggati e aggiungi l’indirizzo URL (incluso http:// oppure https://)

Continua e scegli uno dei metodi di verifica per dimostrare la tua proprietà del sito. Se usi Google Analytisc puoi utilizzare il codice di monitoraggio di GA per installare Google Search Console.

Appena hai installato lo strumento aggiungi la Mappa XML, che contiene la struttura logica del tuo blog, inclusi i link interni tra le varie pagine e articoli e aiuta a indicizzare meglio il sito sui motori di ricerca. Se utilizzi WordPress.org puoi generarla con un plugin tipo Yoast SEO.

Che dati rileva

Le pagine che ti linkano (Traffico di ricerca – link che rimandano al tuo sito). Attenzione! Per sapere se da quelle pagine che ti linkano ti arriva sul blog il traffico devi verificarlo su Google Analytics (in questo post ho spiegato come farlo: Quante visite dovrebbe avere un blog).

Gli errori sul tuo sito (Sezione Scansione – errori di scansione), che possono influenzare la visibilità del tuo blog su Google e le indicazioni sulle possibili soluzioni. Spesso si tratta di errori di indicizzazione (404) che fanno perdere il traffico! Le persone trovano un tuo link su Google, ma cliccando invece di trovare l’articolo da leggere, trovano una pagina così:

Le parole chiave con le quali le persone sono arrivate sul tuo blog e quante volte.

L’usabilità sui dispositivi mobili. Evidenzia quali pagine presentano i problemi.

Come interpretare i dati

Possiamo iniziare dall’Analisi delle ricerche per capire il significato delle singole voci:

➡️  Clic – numero di persone che hanno cliccato sul link riconducibile al tuo blog apparso nei risultati di ricerca di Google

➡️  Impressioni – numero di volte che il link è apparso nelle ricerche di Google

➡️  CTR – il numero di clic sul link diviso per il numero di impressioni. Con il CTR puoi valutare l’efficacia dei tuoi link, più è basso, peggiore è il risultato. Significa che il tuo blog esce nei risultati di ricerca, ma le persone non cliccano. Perché? Perché esce lontano rispetto ai primi risultati (oltre alla pagina 1), perché la descrizione del link non è attraente, perché sopra il tuo link ci sono già le risposte alle domande di chi cerca qualcosa su Google. È ancora uno dei motivi per cercare di posizionare il blog con la parola chiave lunga. Gli articoli usciranno meno nei risultati di ricerca, ma più in alto, le persone cliccheranno più spesso, il CTR sarà più alto, il blog piacerà di più a Google ?. Il concetto della coda lunga, ossia delle parole chiave specifiche, composte da più parole l’ho descritto in questo post: Perché a Google piacciono le frasi lunghe e come posizionarle.

➡️  Posizione – più è basso il numero, meglio è messa la parola chiave.

L’analisi di una delle mie parole chiave lunghe su Google Search Console.

La parola chiave è: promuovere pagina facebook senza pagare. Si trova nelle prime posizioni su Google e mediamente la metà delle persone clicca.

Analisi delle ricerche

Se scegli Analisi delle ricerche – Clic e Query puoi analizzare le parole chiave che ti portano il traffico sul tuo blog da Google. Google Search Console fornisce questi dati solo per gli per ultimi tre mesi, quindi bisogna abituarsi e andare a controllarli in modo regolare.

Su questa schermata il re diventa nudo. Quando lanci un blog hai in mente le parole chiave per le quali desideri apparire nei motori di ricerca in prime pagine, perché sono quelle caratteristiche del tuo settore oppure in modo immediato ti differenziano dagli altri.

Esempio

Immagina di essere una travel blogger, di scrivere di viaggi low cost con bambini in Italia, di aver pubblicato circa 100 articoli descrivendo posti visitati con bambini senza spendere troppo, ma far vivere a loro un’esperienza. È uno stile di vita, non è per tutti questo tipo di viaggi e quindi non tutti coloro che viaggiano in Italia con i bambini saranno interessati a leggerti. Alcuni preferiscono pagare di più e non preoccuparsi di tanti aspetti, altri hanno delle esigenze ancora diverse e i viaggi low cost per i loro figli non sono organizzabili.

Quali sono le parole chiave che dovrebbero ricondurre senza dubbi al tuo blog? Le hai trovate su questa schermata oppure trovi di tutto tranne che le parole chiave caratteristiche del tuo sito?

Che tu ti occupi da sola ad ottimizzare il tuo blog per i motori di ricerca o ti sia affidata ad un esperto ora vedi effettivamente se quello che immagini è reale e funziona.

Bing di Microsoft

Funzionalità simili sono presenti anche nell’unico rivale di Google, il motore di ricerca Bing di Microsoft (che è anche utilizzato da Yahoo) con il suo Bing Webmaster Center, ma di questo parlerò in un prossimo articolo

Spero che questo post pieno di grafici e di parole chiave ti abbia aiutato a scoprire o a capire meglio Google Search Console e le sue potenzialità. Se ti è piaciuto ti sarò molto grata se lo condividi su Facebook.

A presto.
Agnieszka

  • Proprio qualche giorno fa ho inviato di nuovo la mappa xml a Google perché non riesco ad accedere a search console. Comunque post utilissimo per capire questo strumento, in questi giorni controllerò se ho di nuovo l’accesso e se ho capito bene come funziona. Per ora grazie!

    • Claudia Ciardulli

      Anche io stesso problema. Devo riprovare seguendo passo passo i suggerimenti del pist

  • Articolo davvero molto utile. Grazie mill