La pubblicità su Facebook fa crescere il blog

È vero che la pubblicità su Facebook fa crescere il blog?

Marketing

La pubblicità su Facebook fa crescere il blog e vale la pena pagarla per promuovere i propri contenuti? Questo pensiero sicuramente ti è affiorato in testa. Forse lo stesso Facebook ti ha fatto venire voglia di provare perché ti ha regalato 20 euro per le tue prime inserzioni e nello stesso momento hai notato anche un calo di visualizzazioni dei tuoi contenuti da parte delle persone che seguono la pagina.

Iniziamo con la domanda che molto spesso viene posta da chi gestisce una pagina:

Perché Facebook limita la visibilità dei post?

Su questo aspetto girano due teorie:

  • La prima afferma che Facebook limita la visibilità dei tuoi post perché in questo modo vuole che tu inizi o continui a pagare la pubblicità per promuovere i contenuti. Facebook è un business e tra i suoi servizi offre la possibilità di visualizzare la pubblicità a chiunque con pochi euro al giorno. Io lo trovo favoloso, dimmi quando mai è stato possibile far conoscere la propria attività, blog, sito, servizio, prodotto con 3 euro al giorno (in teoria anche 1)? Mai da nessuna parte.
  • La seconda, molto più probabile e reale, che Facebook limita la visibilità dei post perché vuole creare i newsfeed per i suoi utenti sempre più interessanti e più rispondenti ai loro bisogni! Come può farlo? Basandosi sulle preferenze delle persone, su quello che seguono, dove cliccano mi piace, quando nascondono un contenuto, commentano, condividono, ma anche quando solo fermano lo schermo dello smartphone senza compiere un’azione perché non vogliono che si sappia 😉. E invece Facebook sa tutto!

Cosa ci visualizza Facebook?

Il feed, ossia le notizie che visualizzi sulla tua bacheca riguardano sia i contenuti gratuiti sia a pagamento e possono anche variare tra il tuo cellulare e il computer! Hai notato forse che sono diversi? Proprio perché sul cellulare e sul pc potresti guardare i siti diversi, leggere notizie diverse, eccetera.

Meno male che Facebook cerca di proporre i contenuti rispondenti agli interessi delle persone. Mediamente clicchiamo Mi piace su 1000 pagine, ora immagina se dovessi vedere tutti i post postati dalle pagine che segui? Sarebbe un disastro. Quando una pagina posta un contenuto Facebook lo fa vedere a poche persone e se queste reagiscono continua a farlo vedere alle altre perché lo ritiene un contenuto interessante. Funziona in modo molto simile quando sponsorizzi un post, un video o una foto. Non basta pagare per apparire nel feed, il contenuto deve essere interessante e qui entra in gioco la famosa targetizzazione, ossia la capacità di saper scegliere a chi, come, quando e dove mostrare il post.

Anche a Zuckerberg interessa che sul suo social ci siano le persone coinvolte e interessate ai contenuti. Se sai che non trovi mai nulla di interessante alla fine non ci vai, vero?

Ricordati che se ci sono delle pagine che ti interessano in modo particolare puoi non solo cliccare Mi piace, seguire, ma dire a Facebook di mostrarti per primi i contenuti! In questo modo sai che non ti perdi nulla. Facebook te li proporrà sempre!

La pubblicità su Facebook fa crescere il blog?

La pubblicità su Facebook è un modo per promuovere il proprio blog, uno dei tanti che hai a tua disposizione per farti conoscere. Puoi scrivere guest post per gli altri più grandi, puoi commentare sui blog degli altri con i commenti di qualità sperando che qualcuno ti noti, puoi mettere in piedi una serie di articoli e invitare a partecipare gli altri blogger e sperare che dopo condividano il tuo articolo, puoi creare delle infografiche con i dati interessanti, divertenti o curiosi e incrociare le dita perché diventino virali sul social.

La lista è davvero lunga e tantissimi modi per promuovere gratuitamente il tuo blog li trovi in questo post: Come promuovere un blog nuovo senza spendere i soldi.

Se ci rifletti bene dietro tutti questi modi e metodi che ho elencato ci sono i contenuti! Gli articoli per il proprio blog e per gli altri, le interviste, le ore per fare un’infografica recuperando i dati e studiando come presentarli. E poi ci sono anche i canali social! E Facebook in primis, in quanto è il più conosciuto di tutti. Sapevi che nel 2017 ci sono su Facebook 2 miliardi di utenti, quanto nel 1930 abitanti sulla Terra?

Cosa fai già con il tuo blog su Facebook? Cosa pubblichi, quanto spesso e cosa sai dei tuoi followers?

Questi tre articoli sicuramente ti aiuteranno a rispondere alle domande:

La mia risposta alla domanda se la pubblicità su Facebook fa crescere il blog è “dipende”. Assolutamente non si può dire che basta pagare la pubblicità per avere i lettori sul blog. Ciò che fa crescere sono i contenuti giusti nel post giusto e per le persone giuste. Tutto deve coincidere. È farlo coincidere è davvero complicato.

La pubblicità su Facebook ti può aiutare se sai già dove vuoi andare, se hai già qualcosa da promuovere e far vedere. È inutile promuovere con la pubblicità il blog su Facebook se sul sito ci sono due articoli. Il tuo sito non deve essere perfetto per essere mostrato al mondo, ma non può essere vuoto.

  1. Chiediti perché vuoi utilizzare la pubblicità di Facebook?

Nel momento di scegliere l’obiettivo dell’inserzione potrai scegliere cosa fare? Aumentare i like per la pagina, indirizzare le persone sul sito, far leggere un blog post? Rifletti su questo obiettivo perché non è sufficiente far compiere alle persone un’azione! Se hai fatto una campagna per aumentare i like sulla pagina, nei giorni della campagna continua a postare comunque i contenuti interessanti e in linea con la campagna (e il blog). In questo modo le persone nuove potranno vedere i post organici. Se hai indirizzato le persone sul blog per leggere un post, sii certa che da questo post possono compiere un’azione per restare a seguirti, se interessati alla tematica!

  1. Non promuovere gli articoli a caso

Non sponsorizzare post su Facebook che hanno avuto la scarsa visibilità organica, ossia hanno avuto poco riscontro senza pagamento. Non importa a che ora li hai pubblicati, a meno che tu non l’abbia fatto alle 3 di mattino 😉, se non hanno avuto il riscontro in organico, non lo riceveranno molto neanche con la pubblicità. Se proprio ci tieni crea un post da zero, da Power Editor di Facebook, con una descrizione nuova e immagine diversa. Quando promuovi un post verso il tuo blog, ricordati che il post deve essere perfetto con una call to action in fondo per i tuoi lettori!

  1. Crea il coinvolgimento senza pubblicità

È possibile! Davvero! I miei migliori post, che mi fanno crescere la pagina non sono dei post sponsorizzati. Hanno dei contenuti giusti per chi è interessato al blogging e anche un pizzico di me stessa 😉 . Hehe, faccio talmente tante gaffe linguistiche che non sono copiabile. Ma parlando sul serio puoi analizzare un po’ quali dei tuoi post piacciono di più, sono sicura che saprai dirti anche perché piacciono proprio questi. Se li vuoi scoprire usa l’applicazione sociograph che ho descritto in questo post: Chi sono le persone attive sulla tua pagina Facebook?

Se non sai bene cosa e come pubblicare sulla pagina, prendi spunto del mio mini e-book con 40 idee di post da pubblicare su Facebook (lo trovi nella Blogoteca dopo l’iscrizione alla newsletter).

Oppure leggi il mio post dove ho analizzato il mio mese di presenza su Facebook: Cosa pubblicare su Facebook, analisi della pagina Combinando (giugno 2017).

  1. Se decidi di promuovere il blog su Facebook (anche la pagina Fb fa parte della strategia di promozione del blog) fallo davvero bene!

Scegli l’obiettivo giusto e la comunicazione adeguata. Non solo il testo, ma anche la grafica giusta (senza troppe scritte che penalizzano la visibilità). Scegli bene il tuo pubblico! C’è una bella differenza se le persone vedono il tuo post per la prima volta o ti conoscono già. Come puoi distinguere i due gruppi?

Per esempio il primo gruppo di persone sono nuove che targetizzi basandosi sui loro interessi, l’età, lingua, il posto dove abitano. Il secondo gruppo ha già per esempio visitato il tuo sito e tu lo rintracci grazie al codice Pixel di Facebook oppure visualizzi la tua pubblicità a chi già ti segue, ma non è attivo sulla pagina o a chi ha sottoscritto la tua newsletter. Le possibilità sono davvero tante! E le ho descritte in questo documento:

Se il documento ti interessa condividi questo post pubblicamente su Facebook citando la pagina Combinando e te lo manderò con un messaggio 😊.

Grazie mille!

Il post è venuto lunghissimo! Spero che ti sarà di aiuto, se hai dei dubbi o domande commenta qua sotto oppure chiedi nel gruppo Progetto Blog.

A presto.
Agnieszka

  • Federica Gelo

    Ottimo articolo come sempre. Ha senso sponsorizzare un post vecchio che ha avuto successo? O è meglio sponsorizzate solo i nuovi post? Grazie!

    • Mi associo alla domanda!

    • Ciao Federica e Federica,

      Secondo me bisogna scegliere un po’ i post da sponsorizzare a seconda della situazione. Se sono gli articoli pilastro, come quelli che ho descritto qui http://combinando.it/come-scrivere-un-articolo-pilastro/ puoi sponsorizzarli sempre! Se sono gli articoli legati alle stagioni bisogna aspettare il momento giusto (anche per gli articoli pilastro legati alle stagioni). Vanno benissimo anche i post vecchi! Ancora meglio se riesci a recuperare ID del post e sponsorizzarli con le interazioni già ricevute. Le persone cliccano più volentieri se vedono già un po’ mi piace, commenti e condivisioni. Ma a questo punto devi valutare già prima se andrai a sponsorizzare un post e per esempio non mettere sulla grafica che sarà pubblicata troppo testo perché penalizza la visibilità. Il testo del post puoi sempre modificare, ma non la grafica e questo va preso in considerazione. Spero di essere stata chiara, altrimenti chiedi :).

      • Federica Gelo

        Grazie! Io non metto mai grafiche ma solo foto quindi mi è più facile 😜