Quanto costa aprire e gestire un blog e come risparmiare?

Blogging

Sei arrivata al punto che dici: “Si, apro un blog”! Lo puoi aprire per passione oppure per dare maggiore visibilità alla tua attività. In ogni caso prima o poi ti chiederai quanto costa aprire e gestire un blog? Se non è gratuito, che costi può generare tra dominio, hosting, tema, caratteri, logo, formazione o libri? Puoi avere un blog di qualità risparmiando?

Che cosa esattamente bisogna considerare come eventuali spese se decidi di investire del denaro nel tuo blog?

Con il post di oggi cercherò di rispondere a tutte queste domande e darti anche un paio di link utili (come sempre 😉 ) e interessanti per spendere meno per il tuo blog!

Se pensi al blogging in modo serio, il blog non sarà mai gratuito, anche se inizialmente lo lanci su una piattaforma come Blogspot oppure WordPress.com. Teoricamente queste due piattaforme sono gratuite. Ti forniscono il dominio (l’indirizzo del blog, per esempio: iltuosito.wordpress.com e ospitano i tuoi contenuti sui propri server. Con queste soluzioni il blog non sarà mai tuo, ma non ti costa. Per la scelta della piattaforma ti consiglio di leggere: WordPress.com o WordPress.org? Guida comparativa con infografica. Dacci un’occhiata se non è per te chiaro quale piattaforma rispecchia meglio le tue esigenze. 

Il dominio e il hosting non sono naturalmente gli unici costi da considerare quando lanci un blog, anche se sono quelli che vengono subito in mente.

Quali costi può comportare un blog all’inizio o in-itinere?

  • Dominio

Indispensabile se utilizzi la piattaforma WordPress.org, facoltativo (ma consigliato) se vuoi rimanere ospite di WordPress.com con un tuo indirizzo personale per raggiungere il sito. 

  • Hosting

Lo spazio che ospiterà i contenuti del tuo blog. 

Il primo anno il domino e l’hosting possono costarti anche pochissimo, dal secondo anno spesso aumentano i prezzi e quindi occhio alle offerte iniziali! Si può sempre migrare su un altro hosting, proprio per pagare meno e avere un servizio di pari livello. 

  • Tema

I prezzi variano da 0 euro all’infinito se vuoi un tema sviluppato e costruito per te. In generale i temi a pagamento costano circa 20 – 50 $. Questo perché hanno più funzionalità, sono meno utilizzati dagli utenti perché sono appunto a pagamento e chi li ha creati offre anche un’assistenza tecnica. Sul sito di Themes Forest troverai circa 30.000 temi sia gratuiti sia a pagamento. Un altro sito che mi sento di consigliare per trovare i temi interessanti e gratuiti è Themes Cards.

Ti segnalo anche un piccolo sviluppatore, Cry Out Creations, che mette a disposizione gratuitamente dei temi che permettono tantissime personalizzazioni. Inoltre per i suoi temi offre un supporto tecnico per poche decine di euro. Uno dei suoi temi lo utilizzo per il mio blog in polacco sulla Valle d’Aosta. Se vuoi darci un’occhiata e vedere come l’ho personalizzato visita il mio blog pieno delle Alpi 🙂 CiekawaAosta.

Mi raccomando, non perderti! Se girando in rete trovi un sito particolarmente interessante ed è un sito WordPress.org e vuoi sapere che tema utilizza puoi scoprirlo con il sito What Wp theme is that. Inserisci il link del sito nella sbarra e ti sarà restituito il risultato con il nome del tema. Potrebbe dirti anche che il tema è stato costruito su misura e quindi niente ispirazione per il tuo blog.

  • Caratteri

Questo quando decidi di volere qualche carattere particolare che faccia parte della grafica del tuo sito. Se non ti soddisfano i caratteri comunemente disponibili puoi anche prendere qualcosa a pagamento, i prezzi partono dai 9 $. I caratteri calligrafici non sono semplici da trovare gratis, ma con un po’ di pazienza e ricerca si trova tutto.

Ti consiglio di dare un occhiata al sito Fonts Squirrel oppure Creative Booster con dei caratteri gratuiti per l’uso non commerciale. Invece sul sito di Creative Market puoi iscriverti alla newsletter e ogni lunedì ricevere 6 prodotti gratuiti che normalmente sono a pagamento: temi, caratteri, immagini, disegni o grafiche da utilizzare in modo libero. Ecco un carattere un po’ particolare  dal Creative Market: Jasmine. 

 Attenzione a non sbizzarrirti troppo! Un carattere particolare è davvero più che sufficiente da utilizzare, per esempio per i titoli degli articoli.

  • Logo

I prezzi possono variare tantissimo. Un logo studiato e creato apposta per te pronto anche in formato vettoriale per le stampe può raggiungere dei prezzi alti, cominciando dai 300 euro in su! Puoi anche provare a crearlo da sola utilizzando il programma gratuito Canva (qui trovi il mio video tutorial: Video tutorial Canva: come creare i contenuti creativi per il tuo blog, oppure disegnarlo a mano e digitalizzare o ancora utilizzare la tecnica di finger paintig!

Un po’ di indicazioni su questa ultima tecnica trovi sul blog di Loredana Amodeo: Come diventare illustratore e come farne un lavoro? Vi racconto la mia esperienza, e cos’è il digital finger painting.

 

  • Foto

Le immagini sul blog spesso valgono più delle parole, trasmettono emozioni e mettono in risalto il testo che scrivi. Certo che non tutti sanno fare le fotografie che lascino senza parole. In altri casi, invece, è la tematica del tuo blog non necessita di farti imparare l’arte della fotografia.

In questo caso per avere foto di buona qualità sono due: le paghi oppure le trovi gratuite. Ci sono tantissime banche foto sia gratuite sia a pagamento. Se non vuoi pagare, ma comunque ci tieni ad avere delle foto accattivanti sul blog ti consiglio questo mio articolo: 5 metodi per avere delle foto gratuite e legali sul blog se non hai le tue.

  • Formazione

Indispensabile o no? Ci sono tanti contenuti di qualità gratuiti in rete, ma bisogna saperli cercare, valutare se sono davvero di qualità e sapere in che ordine andare a studiare per non creare confusione tra le proprie idee. Un corso può aiutare a decollare oppure davvero dare una spinta, ma bisogna anche trovare dei corsi con contenuti di qualità e con il livello giusto per le tue esigenze. 

Prova anche Coursea oppure Iversity! I siti forniscono la formazione di livello universitario (non solo in inglese) spesso anche gratuitamente se non decidi di ricevere il certificato. La conoscenza è gratis, il pezzo di carta con il riconoscimento del percorso costa dai 50 dollari! Ci sono dei corsi su SEO, storytelling, digital marketing, ecc. Davvero vale la pena darci un occhiata.

In ogni caso io consiglio in modo tassativo di avere conoscenze pratiche di tutti i vari aspetti legati alla gestione del blog anche se decidi di “esternalizzarli” affidandoti a qualche operatore professionale del settore. Esempio classico con la piattaforma WordPress.org è la famosa (o famigerata secondo alcuni) ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO dall’inglese Search Engines Optimization). Attività piena di tecnicismi e di (presunti) segreti, la cui conoscenza sembra essere riservata a pochi adepti, temuti, riveriti e ascoltati come la casta dei sacerdoti nell’antico Egitto.

Ti consiglio di dedicarci un po’ di tempo per imparare i rudimenti della materia (nessuno ti chiede di decriptare gli algoritmi super segreti di Google, Bing e compagnia) in modo da poter controllare chi ti fornisce il servizio oppure, piano piano, imparare a gestirlo da sola con sempre maggiore sicurezza e autonomia. Prossimamente scriverò sul blog il post su quello che DEVI sapere sulla SEO per poter sapere se chi ti propone il servizio oppure lo fa già per te sta andando nella direzione giusta. Chi diceva fidarsi bene, controllare meglio 😉 ?

  • Libri

Il tema del blogging non è un tema facile da trovare sugli scaffali di una libreria. Il mondo digitale cambia alla velocità della luce e quindi è più semplice trovare qualche e-book scritto dai blogger o mini ebook regalato dagli stessi. Per non spendere troppo soldi prova a chiedere nei gruppi Facebook ai quali appartieni e se ci sono delle persone disposte a scambiare i libri o ebook già letti. All’estero la pratica del book swapping è molto diffusa.

In questo articolo: Che cosa è growth hacker marketing secondo Ryan Holiday non solo ho condiviso la recensione del libro, ma ho spiegato anche in che modo averlo gratis. Dacci un’occhiata perché è molto interessante per il mondo del blogging. 

  • Promozione su Facebook

Gli esperti sostengono che il mix ideale per aver un blog di successo è composto dal 30% di contenuti creati e dal 70% di promozione, che naturalmente non passa solo sui social media, ma non è pensabile trascurarli. Se non hai ancora deciso quali social usare, ti dico che Facebook è praticamente obbligatorio. Molti dei tuoi potenziali lettori sono lì. In più se sei solo all’inizio del blogging probabilmente proprio dai social ti arriva la maggior parte del traffico sul blog.

Coccola quindi bene la pagina Facebook come se fosse la sorella gemella del blog! Se non sai troppo che cosa pubblicare su Facebook e non sei molto regolare ti consiglio di scaricare il mio mini ebook gratuito 33 idee creative per pubblicare su Facebook. Per riceverlo è sufficiente cliccare sulla foto e iscriversi alla newsletter. 

 

Per arrivare ai tuoi potenziali lettori puoi usare la pubblicità di Facebook per promuovere la pagina oppure i singoli post e per indirizzarli all’iscrizione sulla Newsletter. I costi possono variare, ma in genere cominciano dai 2 euro al giorno per una copertura di circa 1000 persone. Il numero di chi farà il click sul pulsante “mi piace” o risponderà alla call to action (iscrizione alla Newsletter per esempio) dipende prevalentemente dai contenuti che promuovi e dalle tue capacità di targetizzazione. Se hai scelto il target giusto, più i tuoi contenuti sono attraenti e interessanti più successo avrai e ogni click costerà meno.

  • Web trucchi su Facebook

Se non vuoi pagare la pubblicità inventa i trucchi per invogliare le persone a condividere i tuoi contenuti. Questo mini risultato sono riuscita ad ottenerlo con meno di 100 mi piace sulla pagina. Non male direi 😉 . 

  • Newsletter

Ci sono numerosi servizi gratuiti per le funzionalità di base di una newsletter. Il più conosciuto è probabilmente Mailchimp.com (gratuito fino a 2.500 sottoscrittori e 12.000 email al mese) e qui troverai il mio tutorial su come installarlo: Come creare una newsletter con MailChimp? Quando avrai la necessità di avere servizi più evoluti i costi sono abbastanza elevati (tra i 10 e i 50 euro al mese). 

Se non sei ancora iscritta alla mia Newsletter, lo puoi fare qui. Riceverai una check – list con 25 domande per verificare se hai fatto il necessario per aver un blog più seguito e il mini e-book con 33 idee di post su Facebook. 

  • Biglietti da visita

I biglietti aiutano a fare la rete, specie durante i vari seminari o incontri con altri blogger. Non si sa mai chi incontri sulla tua strada per lanciare una collaborazione quindi portane sempre un paio con te ! Stranamente non tutti sono su Facebook (beati loro 😀 ) e alcuni non sanno che esiste LinkedIn, ma potrebbero entrare nella cerchia dei tuoi interessi. Per creare un biglietto da visita semplice puoi disegnarlo con Canva e stamparlo on line. Un’altra soluzione è crearlo e stamparlo su VistaPrint, un servizio non troppo veloce, ma economico ed affidabile. 

  • Posizionamento del tuo blog

A chi non piace apparire nelle ricerche di Google in prime posizioni per le frasi desiderate?  Con il mio blog Combinando sono ancora lontanissima da questo risultato. Con il blog in polacco era più semplice perché mi posizionavo per le frasi meno concorrenziali 😉 . Se il tuo blog ti serve per dare maggiore visibilità alla tua attività professionale ti verrà in mente di far seguire questo pezzo a qualcuno. Ricordati quanto scritto nel paragrafo sulla formazione! 

Un fattore molto importante per un blog è il tempo.

Se non hai esperienza, ma hai tempo spendi meno soldi. Semplicemente perché potrai imparare un po’ da sola, trafficando in rete, raccogliendo informazioni e sperimentando soluzioni. Se conosci l’inglese sarà ancora più semplice e veloce potendo seguire direttamente alcuni blogger americani. Infatti loro spesso condividono gratuitamente tante informazioni molto preziose pubblicando gli e-book o podcast. 

Se non hai esperienza e non hai tempo sarà un po’ più difficile. All’inizio probabilmente non curerai alcuni aspetti del blog, ma non fa niente. E’ un avventura e ti deve piacere e non stressare.

In assoluto consiglio di investire sul dominio e sul hosting. Il blog è tuo al 100% e potrai fare in futuro quello che ti pare. Ricordati che con il tuo hosting e il tuo dominio se un giorno non lo paghi sparisci dalla rete. Plum! Se sei ospitata dalle piattaforme sarai sempre on-line. In rete gira ancora il mio primo blog, fatto nel 2010 con la piattaform WordPress.com. Non aggiornato dal 2010, ma c’è.

Quanto ho speso per il blog Combinando?

  • Ho acquistato il dominio e l’hosting per 18 euro.
  • Ho acquistato dei libri sul marketing dei contenuti, sull’innovazione, sulla creatività del XXI sec., sugli nuovi approcci al marketing e sullo storytellng.
  • Ho acquistato due corsi on-line (50 euro in totale).
  • Ho pagato un paio di post sponsorizzati su Facebook per un totale di meno di 20 euro. Per targetizzare meglio la pubblicità su Facebook ho configurato il pixel. Sono in attesa di verificare gli effetti concreti (prossimamente ne scriverò).

In tutto avrò speso meno di 150 euro. Direi che per una passione sono i costi sostenibili (e molti sono una tantum) ;).

E’ infine ho investito un sacco di tempo e questo non ha prezzo 😉 .

Spero di aver risposto alla domanda “Quanto costa aprire e gestire un blog“, dandoti anche qualche dritta per risparmiare su alcuni elementi!

E’ uscito un articolo lunghissimo, ma spero anche utilissimo! Tu quanto hai speso per il tuo blog e su che cosa riesci a risparmiare? Mi farebbe piacere se condividessi con me e i miei lettori questa esperienza? 

Se questo articolo ti è piaciuto ti sarò molto grata se lo condividi sui social. Facebook è il mio preferito ;). Grazie mille! 

Il prossimo post sarà dedicato ai social 😉 .

A presto.
Agnieszka

 

 

  • Maria Chiara Spinelli

    post interessantissimo Agnieszka !
    L’unica domanda, dove hai comprato hosting e dominio? perchè l’ opzione più economica che avevo trovato io costava quasi il doppio di quanto dai scritto te .
    grazie mille per tutti i contenuti utilissimi sul blog <3

    • Grazie per il tuo commento. Il hosting e il dominio ho acquistato con Netsons, assieme 18,30 euro per un anno. In rete hanno le opinioni contrastanti, ma ho rischiato e per momento sono contenta.

  • Punti Luce

    Come sempre molto interessante! Mi daresti indicazione dei corsi che dicevi, quali seguire? Ce ne sono un’infinità e alcuni a costo spropositati…difficile districarsi e poi come dici tu non sempre fidarsi è bene.grazie!

    • Dipende se conosci la lingua inglese oppure no? Sto preparando un blog post con i corsi in rete on-line gratuiti oppure con i prezzi modesti da seguire.

      • Punti Luce

        Sì anche in inglese possono andare bene. Aspetto i tuoi consigli e il tuo blog post. Mi interessa molto. Grazie ancora!

        • Claudia Ciardulli

          Ah ecco, letto ora per il suggerimento sui corsi! 🙂

          • Cerco di raccogliere tutte le mie osservazioni e impressioni su quello che ho trovato e provato in rete.

  • Agnese Sabatini

    Sempre utilissima Agnieszka, sei molto brava a fare il punto della situazione 🙂 Io ho avuto la fortuna di avere il logo gratis dalla mia migliore amica che è una grafica, me tutto il resto…bisogna investire un po’ se questa passione ci interessa davvero! 🙂

    • Concordo che un piccolo investimento ci sta se lo si vuole fare sul serio :). Brava per il logo, io devo ancora capire come farlo.

  • Loredana Amodeo

    Ero quasi certa di averr commentato il tuo post, ma no. Posso dire che è uno dei migliori post sull’argomento letti in giro? E che il tuo blog ho la sensazione diventerà presto uno dei maggior punti di riferimento della nostra nicchia? Brava Angieszka, continua così. E grazie per la menzione ❤

    • Loredana, ti ringrazio per il tuo commento tantissimo, scritto da te mi fa sorridere doppio :). L’argomento blogging è un molto concorrenziale e stra trattato in rete, ma io ci credo molto in questo mio progetto e quindi non mollerò ;).

      • Loredana Amodeo

        E no che non devi! Ci credo tanto anch’io nel tuo progetto 😊

  • Daniela Carazzai

    I tuoi articoli sono sempre una miniera d’oro. Questo è già il terzo che finisce tra i miei preferiti! Io ho fatto un corso SEO online e devo dire che è stato veramente importantissimo!

    • Grazie mille. Si, credo che alla fine un corso su SEO è obbligatorio prima o poi. Semplicemente per saper inquadrare la situazione e capire come muoversi.

      • Claudia Ciardulli

        Daniela che corso hai fatto? Anzi ragazze che corso suggerite?

        • Su che cosa in particolare cerchi il corso?

  • Giulia Pracucci

    I tuoi articoli sono sempre fantastici! Grazie Agnieszka!

  • Claudia Ciardulli

    Io devo puntare tutto sulla formazione, il logo, la pagina Fb e soprattutto tempo! 😬

    • Eh, il tempo è fondamentale, ma se fai le cose con regolarità i risultati arrivano. Per il logo ci devo ancora pensare anch’io :).

    • Anch’io vorrei più tempo :).

  • Ilaria

    Grazie per tutte le tue preziose informazioni…Ho scaricato il libro e sono curiosissima!

    • Leggi, perché davvero ne vale la pena. Poi sono solo 100 pagine, le divori in poco tempo :).

    • Grazie :). Sono sicura che riuscirai a trovare qualche dritta da applicare subito.