#BlogUpMyLife di febbraio

Blogging

Febbraio è finito ed è arrivato il momento dell’appuntamento #BlogUpMyLife con il quale faccio un piccolo riassunto di quello che è successo e non è successo sul mio blog. 

Nel mese di febbraio l’articolo più letto in assoluto è stato “Come trovare il tempo per il blog?”. Non mi stupisce affatto, sapevo che questo tema avrebbe attirato l’attenzione, ma non è per questo che l’ho scritto. Il blogging è spesso la nostra passione e sappiamo bene che essendo donne, mamme e lavoratrici lo dobbiamo incastrare tra mille impegni. Non è mai una priorità, ma vogliamo portarlo avanti anche se a piccoli passi e speriamo che possa portare un cambiamento nella nostra vita oppure semplicemente ci fa piacere condividere le emozioni o le informazioni con gli altri.

Ognuna ha le sue motivazioni a voler scrivere un blog ed è molto importante averlo chiaro in testa. Se si vuole che il blog faccia parte di un cambiamento nella vita, allora bisogna trattarlo sul serio, ritagliare dei piccoli momenti e portarlo avanti. Non c’è un’altra soluzione se non quella di essere costanti nell’azione, studiare tantissimo e non stancarsi mai 🙂 .

Con questo articolo ho voluto condividere il mio metodo che mi permette di trovare dei piccoli momenti per coltivare la passione per il blogging.

Un articolo che si collega al tempo è quello delle decisioni prese e risultate non proprio delle migliori o addirittura dei fallimenti. Leggi “Il senno di poi, perché siamo severe con noi stesse?” se ti capita di valutare la decisione dal risultato ottenuto! Nell’articolo spiego perché non bisogna farlo e come migliorare il processo decisionale.

Uno di questi elementi è osservare. Lanciare un’azione, osservare e modificare. Proprio in questo modo funziona il concetto del Growth hacker marketing e a febbraio nell’ambito dell’appuntamento mensile #ViaggioVirtuale con le blogger del gruppo Progetto Blog, ho pubblicato la recensione del libro di Ryan Holiday. Ti consiglio di leggerlo e mettere subito in opera alcuni semplici trucchi per le tue attività virtuali. Per approfondire leggi il post: Che cos’è il growth hacker marketing secondo Ryan Holiday.

Un post che è stato molto apprezzato è quello dedicato agli strumenti per cercare le parole chiave. La SEO-logica non è semplice e con questo articolo ho cercato di presentare dei modi per trovare le famose Keywords per i tuoi articoli.

Ti sei mai chiesta perché si parla così tanto di link dofollow e nofollow? Quale è la loro differenza e quando è opportuno mettere uno dei due attributi? L’ho spiegato in questo post, pubblicando anche un piccolo videotutorial di 29 secondi per aggiungere l’attributo nofollow ai link. Gli approfondimenti troverai qui: Come aggiungere l’attributo nofollow?

Non poteva mancare un video-tutorial! Questa volta ho spiegato come in pochi minuti puoi creare le slideshow con le tue foto dell’account di Facebook, Instagram, Flickr o dal pc con la musica anche da Youtube. Slide.ly è davvero semplice e intuitivo da utilizzare e in poche mosse ti fa arricchire i contenuti del tuo blog. 

Last but non least c’è stata l’intervista con Marina Sciarrino, la cofondatrice di Brandorbi, prima piattaforma italiana di phygital influence marketing. Suona complicato, ma in realtà la piattaforma è un marketplace in cui gli utenti, a titolo privato o professionale, si rendono disponibili ad organizzare per il brand, dietro compenso, una serata fisica, un private party, dedicata alla scoperta del brand stesso. Per scoprire di più leggi l’intera intervista: Phygital infleuence marketing raccontato da Marina Sciarrino, fondatrice di Brandorbi.

Sempre a febbraio, sulla pagina Facebook è nato #blogabitudini un appuntamento a cadenza settimanale per ricordare alle mie lettrici alcuni piccoli compiti da fare con il blog 🙂 . 

A marzo vi aspettano tante sorprese e temi interessanti da affrontare 🙂 . Nei prossimi giorni pubblicherò l’intervista con Silvia Ceriegi di Trippando. Un’ex dipendente pubblica del settore tecnico ambientale che è riuscita a piccoli passi trasformare la sua passione per il blogging in un lavoro a tempo pieno. Ora insegna alle blogger, attraverso corsi di formazione e manuali, come diventare dei blogger sul serio.

A prestissimo!
Agnieszka