Guida al guest posting: come aumentare le visite al tuo blog in poco tempo

Blogging

L’articolo di oggi è un guest post proposto da Serena Muzzolon del blog Liberta per viaggiare. 

Mi ha scritto un paio di settimane fa per propormi un articolo da pubblicare sul mio blog. La “conoscevo” già virtualmente perché fa parte del mio gruppo Progetto Blog, la vedevo attiva nel gruppo e nella mia pagina Facebook. Conoscevo già il suo blog e vedevo la passione con la quale cerca di portare avanti il proprio progetto. Serena ha lasciato un lavoro fisso per dedicarsi ai viaggi e cerca di realizzare il suo sogno vivendo dal blog.

Ci siamo accordate sul tema e sugli altri particolari del suo articolo ed eccolo il suo post sul guest posting e sulla possibilità di aumentare le visite al tuo blog grazie a questo metodo di promozione.

Buona lettura e sono certa che troverai tantissimi consigli molto validi da utilizzare subito per il tuo blog. 


La maggior parte dei bloggers pensano che per ottenere più visite bisogna scrivere molti articoli. E non c’è niente di più sbagliato. Sfornare articoli giorno dopo giorno non ha senso, soprattutto se non si ha uno scopo preciso e non si cura un planning editoriale.

Per questo, oggi voglio spiegarti come scrivere bene un articolo affinché il tuo blog triplichi le visite ed ottenga più autorevolezza grazie al guest posting.

Cos’è il guest posting (o guest blogging) e perché è così importante?

Guest posting è una parola inglese che fa riferimento a quando scriviamo e pubblichiamo un articolo in un blog che non è il nostro. È una tecnica vincente per ottenere un backlink (ovvero un link che rinvia al nostro blog) e molti altri vantaggi.

Vantaggi del guest posting

Oltre ad apportare visite qualificate al tuo blog, grazie al guest blogging potrai godere dei seguenti vantaggi:

  1. Più iscritti alla tua newsletter. Se il tuo articolo è buono (e deve esserlo!), il nuovo lettore vorrà sapere chi sei e molto probabilmente andrà sul tuo blog a leggere i tuoi articoli. Se hai una newsletter (o un lead magnet) sarà un’occasione d’oro per ottenere più iscritti alla tua newsletter.
  2. Più credibilità. Se vuoi che Google si renda conto della tua presenza, ti farà comodo avere qualcuno che raccomandi il tuo blog. Questo ti aiuterà anche ad ottenere maggior autorevolezza nella tua nicchia di mercato.
  3. Personal brand. La cosa migliore è che pubblichi il tuo articolo su blogs inerenti alla tua nicchia di mercato che abbiano maggior visibilità. In questo modo, il pubblico fidelizzato al blog che ospita il tuo post ti assocerà al blog ospitante e potrai ottenere più credibilità.
  4. Networking. Fare guest posting è una sorta di networking perché ti permette di entrare in contatto con altri bloggers e creare un vincolo speciale. E chissà, potrebbe anche essere un’occasione per parlare di nuovi progetti e ottenere collaborazioni interessanti 🙂

Svantaggi del guest posting

  1. Tempo: io personalmente ci metto il doppio del tempo quando devo scrivere un guest post. Questo perché so che è un’occasione unica per farmi conoscere ad un pubblico nuovo e non voglio rovinare una nuova collaborazione.
  2. Ricevere un NO come risposta. Succede ed è capitato anche a me (solo  una volta!). In questo caso non ti frustrare e segui tutti i suggerimenti riportati di seguito per presentare un guest post irrifiutabile.
  3. Non funziona. Può essere che l’articolo che hai scritto non sia in sintonia con il blog, o che il blogger in questione non diffonda come si deve il tuo post e che tu non ottenga i risultati sperati.

Scommetto che ora ti starai chiedendo perché mai un altro blogger dovrebbe lasciarti pubblicare un articolo nel suo blog. Facile, perché il guest posting è una collaborazione win-win. L’autore del blog otterrà un contenuto unico, interessante per il suo pubblico ed inoltre gli farai risparmiare ore di lavoro offrendo un articolo inedito.

Come trovare i blog che fanno guest posting?

È arrivato il momento di passare all’azione ed ora ti spiego, passo dopo passo, come fare correttamente guest posting. Prima di tutto, quello che ti consiglio di fare è creare un documento excel in cui elenchi i blogs della tua nicchia di mercato. Sembra un esercizio banale ma pochi bloggers lo fanno.

Io lo ritengo un esercizio molto importante e lo consiglio anche alle mie alunne perché permetterà loro di capire con che bloggers è interessante relazionarsi e ottenere collaborazioni. Per aiutarti a cercare i blogs che sono nella tua nicchia di mercato, puoi fare questi due passaggi.

  1. Ricerca su Google

Lo so, magari ti sembrerà banale ma Google è ottimo per cercare quello di cui hai bisogno. Per esempio, se hai un blog di viaggi, puoi cercare “guest post blogs di viaggi” e ti appariranno i primi blog che accettano guest post.

Puoi anche cercare “blog di viaggio” e successivamente analizzare ciascun blog e vedere se hanno una pagina dedicata alle collaborazioni e accettano guest post.

  1. Buzzsumo

Un altro modo per cercare blogs e idee interessanti per nuovi articoli è utilizzando Buzzsumo. La versione gratuita è sufficiente per vedere i contenuti più condivisi e farti un’idea di quello che funziona nel tuo settore. Basta che vai su http://buzzsumo.com/ e digiti quello che stai cercando. Nel mio caso, potrei cercare “creare un blog di viaggi”.

Appare mysocialweb e alteregoblog. Questo significa che potrebbe essere interessante analizzare questi due blogs e magari contattarli per future collaborazioni.

Come scegliere il blog adatto per fare guest posting?

Una volta trovati i blogs che potrebbero essere interessanti per te, devi analizzarli per bene e capire se sono appetibili. Per saperlo, analizza i seguenti dati.

1.Traffico: devi trovare blogs che abbiano più traffico del tuo. Per farlo, puoi usare la versione gratuita di Semrush. Ti consiglio di usare anche MozBar per identificare il DA (domain authority) del blog. Se il parametro dell’altro è più alto del tuo, vuol dire che è più rilevante e che quindi ha anche più traffico.

2.Attività: Il traffico non è l’unico dato da tenere sott’occhio. Verifica anche se il blog è attivo, ovvero se ci sono commenti e se pubblica regolarmente. Guarda se ha una comunità affiatata e dai un’occhiata anche ai suoi socials. Non guardare solo il numero dei followers ma anche le condivisioni e i commenti che ci sono. Tutto questo sarà un punto a tuo favore qualora ti presenti a questa nuova comunità.

3.Pubblico. Devi cercare blogs che abbiano un pubblico simile al tuo o trovare una connessione. Per esempio, se hai un blog di cucina e vuoi pubblicare sul mio blog, potresti proporre un articolo del tipo “Come ho guadagnato i miei primi 100€ con il mio blog di cucina”.

Questo è solo un esempio per spiegarti che, quando presenti la tua proposta, devi pensare ad una connessione tra il tuo blog e quello che ti ospita. Ecco perché è importante analizzare con calma tutti questi dati.

Come diventare un guest blogger meraviglioso?

Sicuramente nella tua nicchia di mercato ci saranno dei blogs che spiccano di più rispetto ad altri. Immaginati ora di pubblicare un guest post sul blog di un influencer. Sarebbe fantastico vero? Ma, molto probabilmente, non saprai come presentarti perché il tuo blog è ancora piccolo e quasi nessuno ti conosce.

Anch’io appena ho lanciato libertaperviaggiare.com mi vergognavo a chiedere di pubblicare un guest post perché nessuno mi conosceva eppure, con i passi che ti sto per mostrare, ho ottenuto le prime collaborazioni dopo neanche un mese. Quello che ti consiglio di fare all’inizio è di attivare collaborazioni con un blog piccolo, simile al tuo, per poi arrivare ai grandi del settore. Questo perché, se scrivi direttamente ad un influencer, è probabile che ti dica di no o che non ti risponda proprio.

Come farsi notare per fare guest posting?

La cosa più semplice è comprare un prodotto o un servizio del blog sul quale vuoi pubblicare il guest post. In questo modo sarai una sua “cliente” e avrai tutta la sua attenzione. Ma ovviamente, è un’azione che comporta un investimento iniziale che non tutti si possono permettere.

Per questo ti presento altre tecniche alle quali puoi ricorrere gratuitamente.

1.Studia il suo blog

Prima di tutto bisogna esaminare a fondo il blog nel quale vuoi pubblicare il tuo guest post e analizzare questi punti:

  • Linea editoriale: leggi più post possibili. Sicuramente c’è una tematica che questo blogger non ha ancora trattato e sulla quale tu puoi scrivere un post. Scordati di inviare una proposta generica tipo: “ Voglio scrivere un post nel tuo blog su qualsiasi cosa”. Non funziona così. La tua proposta deve essere chiara, avere un obiettivo e deve essere impossibile da rifiutare.
  • Commenti: Leggi anche i commenti dei followers del blog e vedi se c’è un argomento che potresti trattare tu e che copra le necessità del suo pubblico.
  • Pagina Chi sono: leggi la sua pagina About e cerca di capire che tipo di persona è, i suoi gusti, la sua storia. Se hai qualcosa in comune, sarà più facile entrare in sintonia con il blogger.

Tutto questo ti permetterà di conoscere meglio l’altro e far nascere una bella collaborazione.

2.Commenta i suoi articoli

Agnieszka ha sottolineato in diverse occasioni l’importanza di commentare gli articoli di un altro blog e anch’io lo ribadisco. Questa è una tecnica molto utile che ti aiuterà a farti più visibile. Ovviamente non basta scrivere “Bel post, ciao”. Devi apportare valore, sia per ottenere l’attenzione del blogger che del suo pubblico.

3.Fa attenzione ai dettagli

Se per esempio il blogger sta promuovendo un ebook o un corso, scrivigli e chiedigli se lo puoi aiutare in qualche modo, o semplicemente fagli le congratulazione per il nuovo progetto.

In fin dei conti, fa piacere a tutti ricevere dei complimenti!

Come proporre un guest post irrifiutabile?

  • Devi parlare di qualcosa che aiuti il pubblico del blogger che ti ospita.
  • Devi essere capace di offrire qualcosa di innovativo e che non è stato ancora trattato nel blog.

Bene, ora che hai individuato il blog, ti sei fatta notare e hai un’idea chiara di cosa proporre, è arrivato il momento di presentare la tua proposta. In questo caso, ti mostro l’email che ho scritto personalmente ad Agnieszka per pubblicare questo articolo su Combinando.

Lo condivido con te per darti un esempio di come presentarti in modo professionale. Ovviamente poi devi aggiungere il tuo tocco personale e rendere unica la tua proposta 🙂

Attenzione

Come ho già sottolineato, l’articolo che devi scrivere deve essere originale ed unico. Non ti consiglio di pubblicare un articolo che hai già pubblicato sul tuo blog perché, così facendo, agli occhi di Google sarà un articolo copiato e ti penalizzerà. Il guest post è unico ed esclusivo!

Il guest posting ha funzionato? Una volta che il tuo guest post sarà pubblicato, ti consiglio di analizzare i risultati ottenuti.

Per farlo, io utilizza Google Analytics. Vai su Google Analytics >> Acquisizione >> Sorgente/Mezzo

Guarda quante visite hai ricevuto dal blog, la tassa di conversione della newsletter ed il tempo di lettura del pubblico di quel blog. Se ha funzionato, in futuro sarà interessante ripetere questo tipo di collaborazione.

Io ho notato che il giorno della pubblicazione di un mio guest post le visite triplicano e aumentano gli iscritti al mio blog. Inoltre, proprio grazie a questa tecnica ho ottenuto le mie prime clienti 🙂 . Ecco perché il guest posting è una delle tecniche che più utilizzo e che consiglio di mettere in pratica ad ogni blogger che vuole vivere del suo blog.

Hai già pubblicato dei guest post? Che risultati hai ottenuto?

A presto
Serena


Grazie a Serena per questo bellissimo e utilissimo articolo sui guest posting. Se il post ti è piaciuto e l’hai trovato interessante puoi visitare il blog di Serena Libertà per viaggiare dove condivide le proprie esperienze sulla possibilità di guadagnare senza dipendere da un lavoro fisso oppure seguire la sua pagina Facebook.

Serena ogni giorno lavora per questo progetto al fine di poter realizzare il suo prossimo sogno: fare il giro del Sud America con il mio fidanzato. Io glielo auguro con tutto il cuore!

Altri consigli di Serena, soprattutto legati alla monetizzazione del blog potrai trovare nel mio libro “Appunti di blogging e di web marketing” che a breve sarà disponibile. Per momento puoi iscriverti alla lista di attesa (il form trovi in fondo alla pagina).

Il post di cui parla Serena sulla promozione del blog che ho pubblicato un po’ di tempo fa lo trovi qui:

Come promuovere un blog nuovo (quasi) senza spendere i soldi

Agnieszka

P.s. Questo potrebbe sembrare l’ultimo post dell’anno, ma non sarà così, quindi ci leggiamo ancora il 31 dicembre :). 

 

  • Un articolo molto utile. Grazie a Serena per averlo scritto e a te per averlo pubblicato sul tuo blog. Ho iniziato da poco a farne di guest post, anche se non sono stata io a propormi, e ho sempre l’ansia da prestazione 🙂

    • Serena

      Ciao, grazie a te per aver letto l’articolo. L’ansia da prestazione c’è sempre e credo sia normale perchè ci teniamo alle cose fatte bene e non vogliamo fare brutta figura. Siamo in due 🙂 Per il resto, hai visto già qualche bel risultato con il guest posting? A presto. Serena

      • Ciao Serena, scusa il ritardo (enorme) nella risposta! Sì, devo dire che qualche risultato c’è stato e continua ad esserci. Alcune visite al blog mi arrivano proprio dai Guest post. Non molte, ma è anche vero che ho iniziato relativamente da poco e per queste cose forse ci vuole tempo. Al di là dell’utilità in termini di visibilità, quello che mi piace di più dei guest post è la costruzione di rapporti con altri blogger, la collaborazione, il creare qualcosa insieme. 🙂

  • Laura Cassinelli

    Davvero un post utile, dettagliato e con un sacco di consigli pratici. Rimanendo su un tema attinente: che ne pensate dei linky? Ci sono blog che a cadenza settimanale permettono di pubblicare il link ad un proprio post ovviamente a tema.

    • Serena

      Ciao Laura, grazie per i complimenti 🙂 Non ho ancora fatto linky e non so se lo farò in futuro. Ritengo sia una tecnica un po’ “fredda ed impersonale” per ottenere dei backlinks. Io preferisco apportare valore aggiunto e scrivere articoli interessanti per attirare anche nuove lettrici. Non dico che sia sbagliato farlo ma personalmente non lo contemplo per far crescere il mio blog. Un abbraccio, Serena

  • Un post davvero utile e ben fatto. Ringrazio Serena per aver condiviso con noi questo utile modo di far crescere il blog e complimenti ad Agnieska per il suo ‘Progetto blog’ che si rivela ogni giorno sempre più utile e ricco di consigli pratici.

    • Serena

      Grazie mille davvero! E sono d’accordo con te, “Progetto blog” è una vera rivelazione. A presto, Serena

  • complimenti a Serena per l’articolo molto utile e ben fatto, avevo già letto altri articoli in passato su questo argomento ma non sono stati mai così dettagliati e sopratutto spiegati bene!
    grazie Agnieska!

    • Serena

      Mina sono contentissima che ti sia stato d’aiuto! Ho cercato di spiegare passo dopo passo quello che faccio io per fare un buon guest posting, spiegando la mia esperienza 🙂 Con calma, metti in pratica qualche consiglio e fammi sapere se ha funzionato. A presto!

  • Ciao Serena!

    Devo dire che nel corso del 2017 mi sono spesso soffermata su questo argomento perché mi è capitato di ospitare guest post sul mio blog ma mi è capitato di scriverne per altri blog. E spesso mi è capitato di sentire pareri contrastanti … il che mi ha bloccato un po’. Ma credo anche che, se fatto in modo intelligente, possa portare benefici a tutti!