Come scrivere un rapporto finale dopo la collaborazione

Rapporto finale per concludere una collaborazione

Blogging, Progetti

In rete inizia a trovarsi un po’ di materiale riguardante il lancio di collaborazioni con aziende: cosa scrivere, come scrivere, come presentarsi, allegare o meno il media kit, parlare di tariffe già subito. A tante domande è possibile trovare già un po’ di risposte, anche se ovviamente sono generiche!

Iniziare una collaborazione con un’azienda non è semplice, il mercato è abbastanza saturo perché diciamoci chiaramente, la maggior parte dei blogger vorrebbe collaborare con le aziende e quindi spesso manda le richieste di collaborazione anche un po’ a caso. Dall’altro lato abbiamo le aziende che non sempre sono interessate a collaborare con i blogger perché questa tipologia di medium non è inclusa nella loro strategia di comunicazione oppure dopo un paio di collaborazioni casuali che non hanno portato da nessuna parte sono talmente prudenti che è difficile negoziare.

Quindi è sempre importante sottolineare l’obiettivo della collaborazione, descrivere i vantaggi per l’azienda e anche come verrà realizzato ciò che prefissiamo. A proposito di questo tema ho già scritto un post che troverai in fondo (non lo linko per non distrarti 😉 )

Sicuramente all’inizio non è semplice muoversi nel mondo delle collaborazioni. Non è da tutti saper creare dei contenuti accattivanti conciliando il linguaggio del proprio blog e i valori dell’azienda. Devo dire che da parecchio tempo osservo in rete alcuni blogger che promuovono le aziende e mi studio come lo fanno (giuro che non sono una stalker, i dati raccolti utilizzo solo ai fini dello studio).

Ecco, le tre amiche Klarissa, Anya e Morna sono un caso molto interessante da seguire per analizzare le loro collaborazioni. Qui sotto vi lascio un loro post di Fb.

La fine di una collaborazione

Oggi però non di questo volevo scriverti! Si vede che scrivo poco ultimamente e quindi, quando ho lo schermo davanti vorrei condividere tantissime idee e informazioni, ma so che è meglio essere monotematica.

Quindi passiamo al tema centrale di oggi, cioè alla stesura di un rapporto finale di collaborazione con un’azienda. L’idea di spendere due parole sul rapporto finale mi è venuta in mente durante l’incontro Travel365 a Igea Marina dove si è detto che ancora oggi lo fanno in pochissimi blogger.

Mi sono chiesta perché? È un modo semplice ed elegante per concludere una collaborazione che porta vantaggi ad entrambi (azienda e blogger). Scrivere un riassunto finale ti permette di prendere maggiore coscienza su come sono andate le cose, cosa ha funzionato, cosa non ha funzionato, cosa avrebbe potuto essere fatto diversamente, ma anche quali sono i tuoi punti di forza. Certamente un rapporto finale serve anche all’azienda che vede gli effetti di una collaborazione in un unico documento con i dati quali e quantitativi soprattutto se l’obiettivo della collaborazione era dare maggiore visibilità (all’azienda, a un prodotto, a un servizio, a un’idea oppure a un valore).

Cosa può contenere un rapporto finale a conclusione di una collaborazione:

  • Un riassunto del progetto: obiettivi della collaborazione quali e quantitativi e vantaggi per l’azienda,
  • Cronoprogramma della collaborazione,
  • Cronoprogramma delle attività intraprese per raggiungere l’obiettivo (se l’obiettivo era maggiore visibilità di un prodotto cosa e come hai fatto).
  • Canali che hanno funzionato meglio,
  • Difficoltà riscontrate che si potranno tradurre in lezioni apprese,
  • Risultati finali.

L’ultimo punto (risultati finali) è difficilissimo da presentare perché ovviamente un solo blogger non potrà mai vantare di risultati significativi per l’azienda. Per sensibilizzare il pubblico ci vuole tempo e costanza, per vendere ci vuole una professione e non è quella del blogger, quindi la parte finale riguardante i risultati dovrebbe cogliere ciò che si è riusciti a fare con il tempo e le risorse a disposizione.

Se la collaborazione con il blogger fa parte di una strategia di comunicazione più ampia dell’azienda, sarà poi la stessa a raggruppare i dati e trarre le conclusioni, ma grazie ad un rapporto finale questo lavoro sarà anche più semplice da fare. E a chi non piace la vita più semplice?

Il fatto di predisporre un rapporto finale puoi già preannunciarlo nell’offerta di collaborazione che mandi! In mezzo a tante altre potrebbe essere anche il punto che ti differenzierà e attirerà l’attenzione.


Ti incuriosisce come si può guadagnare facendo blogging? Nel mio e-book “Appunti di blogging e di web marketing” troverai circa 30 pagine piene di esempi concreti e in più le storie delle blogger italiane che ce la fanno a monetizzare il proprio blog.

Come ricevere il mio e-book?

Visita la pagina del libro, leggi l’indice completo per scoprire cosa contengono le 170 pagine, se ti convince fai la donazione a La casa di sabbia Onlus e ricevi il mio e-book 🙂 .

Nel prossimo post parlerò di abitudini, un tema abbastanza ostico che cercherò di rendere accattivante 😊.

A presto.

Agnieszka

P.S. Se hai ancora tre minuti leggi come scrivere un’offerta ad un’azienda:

Collaborazione con le aziende come blogger – come preparare un’offerta